People ha decretato Julia Roberts la donna più bella del mondo 2017: un vero record per l’attrice americana che ha già ottenuto il titolo, altre 4 volte, nel 2010, nel 2005, nel 2000 e nel 1991, scalzando così dal trono due colleghe, Jennifer Aniston (due volte, una nel 2016 e una nel 2004) e Michelle Pfeiffer (due volte, la prima nel 1999 e la seconda nel 2005).

E sì che qualche anno fa il chirurgo estetico statunitense Stephen Marquardt aveva dichiarato che la forma del viso della Pfeiffer coincide esattamente con la formula della bellezza ideale elaborata dallo stesso medico: “Se si paragona una fotografia di Michelle Pfeiffer con una di Julia Roberts si vede molto chiaramente che si e’ attratti più dalla prima che dalla seconda”, aveva affermato il medico.

Oggi la Pfeiffer, 59 anni, è una donna ancora piena di sensualità, ma Julia Roberts, che compirà 50 anni il 28 ottobre di quest’anno, riesce ancora a sbaragliare la concorrenza, per bellezza sì, ma soprattutto per solarità. A vederla sulla copertina del nuovo numero di People, raggiante come sempre, non si può che essere d’accordo, con buona pace di botox e photoshop.

Lei, ironica e divertente come sempre, ci scherza su: si dice lusingata del riconoscimento, confessa di essere ancora innamorata di suo marito, il direttore della fotografia Danny Moder, dopo 14 anni di matrimonio, e non perde occasione di prendere in giro George Clooney, suo amico da sempre, eletto uomo più sexy del mondo “solo” due volte.

Certo è che di anni dalla prima copertina di People conquistata, nel 1991, di tempo ne è passato; allora la Roberts aveva solo 23 anni e aveva appena recitato nel ruolo che le è valso il successo, quello di Vivian in “Pretty Woman” al fianco di Richard Gere. Dopo di allora, è stata l’attrice più pagata al mondo per tutto il 1991 e la prima metà degli anni 2000. A partire dal 2010, il patrimonio netto della Roberts è stato stimato a 140 milioni di dollari.

Galleria di immagini: Jennifer Aniston e Julia Roberts le foto della prima di Mother's Day

People l’ha nominata dalla rivista tra le “50 persone più belle del mondo” dodici volte (una volta in più di Halle Berry). Nel 2011, è stata nominata una delle “100 donne più attraenti di tutti i tempi”. Ha vinto un Oscar per la sua interpretazione nel film biografico “Erin Brockovich“, acclamato anche dalla critica di mezzo mondo. Da sette anni è una delle testimonial Lancôme. La marcia in più che tutti le riconoscono? Non prendersi mai troppo sul serio.