Quelle appena trascorse sono state quarantotto ore di fuoco per Justin Bieber. Il giovane cantante, infatti, è stato accusato di aggressione da un dodicenne con il quale avrebbe avuto uno scontro, non solo verbale, al “Lazer Placet Entertainment Centre” di Richmond.

Secondo una sommaria ricostruzione dei fatti, i due si sarebbero urtati durante una sessione di gioco e il dodicenne, stizzito, avrebbe apostrofato Bieber con il termine “finocchio” e la giovane star, per tutta risposta, sarebbe passato alle mani. Le voci hanno continuato a inseguirsi per tutto il weekend, ma ora, a quanto pare, Justin avrebbe deciso di correre ai ripari attivandosi in prima linea sul tema del bullismo.

A dire il vero non è neppure certo che Justin sia effettivamente passato alle mani, poiché voci parlano di un semplice spintone, fatto sta che il cantante ora si trova in un bel pasticcio, con tanto di denuncia di aggressione presentata nei suoi confronti.

Una fonte vicina a Bieber ha confessato a TMZ che Justin ha, comunque, deciso di prendere posizione riguardo e di usare la sua vicenda per un nobile scopo. Molto probabilmente, infatti, nel corso di questa settimana si muoverà per prestare apertamente il suo supporto alla campagna anti bullismo, e porterà con sé alcuni amici famosi, prima fra tutti Kim Kardashian.