La notizia del lancio di una linea di smalti firmata Justin Bieber ha fatto molto parlare, tuttavia sembra che proprio la star canadese non sia entusiasta dell’idea commerciale, sebbene gli frutterà un bel po’ di denaro.

Bieber ha parlato di questa iniziativa del tutto femminile durante la promozione della sua autobiografia “First Step 2 Forever: My Story“, affermando di trovare la cosa abbastanza strana, e di non riuscire ancora ad adattarsi alla faccenda.

Non è proprio la mia linea di smalti. Ecco, penso che sia una cosa davvero strana.

E se i bei dollari che senza dubbio arriveranno nelle sue tasche gli fanno già gola, il cantante afferma di voler donare una parte del ricavato in beneficenza, precisamente ai bambini dell’associazione “Pencils of Promise”.

In effetti, nonostante la sua giovane età, Justin sembra non dare affatto peso all’estetica, tanto da affermare di essere un ragazzo attento alla religione e alla spiritualità. Durante una recente intervista con l'”Associated Press”, l’interprete di “Baby” ha spiegato come riesce a conciliare la sfera religiosa con i piaceri di Hollywood.

Hollywood è… un luogo spaventoso. Ci sono un sacco di cose, di cose cattive, ma anche un sacco di cose buone. Sono in grado di vivere il mio sogno, sono in grado di fare un sacco di cose buone.

Sono un cristiano, credo in Dio, io credo che Gesù è morto sulla croce per i miei peccati. Credo di avere un rapporto con lui e sono in grado di parlarci davvero.

Ecco, ogni tanto Justin sembra proprio più adulto dei suoi sedici anni.