La pubertà comincia a mostrare i suoi segni anche nel giovane e famosissimo Justin Bieber, che ha già preso provvedimenti e si è affidato al mentore Usher e alla recitazione: ha infatti appena girato un episodio di “CSI: scena del crimine”. E guarda caso è anche il sogno di Joe Jonas.

Justin Bieber ha una voce acuta, melodica, e riesce a raggiungere altezze inaspettate. Tanto che l’attore di Harry Potter, Daniel Radcliffe, l’aveva scambiato per una ragazza. Una voce bianca di chi ancora non ha visto la pubertà. Ma crescere tocca a tutti, e Justin comincia ad avere paura di perdere la voce che gli ha dato tanto successo e soddisfazioni.

E così si è affidato a un mentore, il cantante Usher, soprattutto perché anche lui ha cominciato a cantare praticamente da bambino, quando aveva ancora 11 anni. Ma la sua carriera non è finita con l’adolescenza. E questo sembra aver rincuorato Justin, che ha detto:

La voce di tutti cambia. La pubertà è una cosa naturale. Ho il miglior insegnante vocale al mondo e stiamo lavorando sulla mia voce e su quello che devo fare. Non è che appena si raggiunge la pubertà si smette di cantare. Usher è il miglior mentore del mondo ed è sopravvissuto alla pubertà.

Per variegare un po’ le sue possibilità di carriera, o anche un po’ per gioco, il cantante canadese si è dato alla recitazione. Ha girato infatti un episodio di CSI, dove fa la parte di un giovane criminale. Lui stesso ha postato su Twitter un paio di foto, una con la tuta arancione del carcerato, l’altra con le sagome di un cadavere, e ha scritto:

Ve l’ho detto che sarei stato un cattivo ragazzo.

E a proposito di CSI, un altro insospettabile ha da poco espresso il desiderio di avere una particina proprio nello stesso telefilm. Niente di meno che la star della Disney Joe Jonas, che ha dichiarato:

Penso che CSI sia fantastico, essere un assassino o morire. Sono sempre stato affascinato da serie del genere.

Povero Jonas, un po’ di invidia per Bieber?