Le agguerrite fan di Justin Bieber sono note per la loro aggressività, come ben ha potuto testare Kim Kardashian, minacciata di morte per la sua amicizia con il cantante di “U Smile”. Ma la bella Kim non è l’unica vittima delle bieberine: a finire fra le grinfie delle babyfan di Bieber sono ora Daniel Radcliffe, Jimmy Kimmel e tutto l’entourage di Harry Potter. Il motivo? Una parodia che non è stata affatto gradita dalle seguaci del cantante.

Durante il famoso show comico di Jimmy Kimmel, questa settimana è stata mandata in onda la parodia “Harry Potter and the Bieber fever“. Ricalcando il trailer dell’ultimo film della saga magica più famosa del mondo, la produzione ha contrapposto Daniel Radcliffe a Justin Bieber, quest’ultimo considerato come il nemico numero uno dell’umanità. Il risultato è stata una parodia simpatica e ben fatta, in cui si dimostra come l’oscuro potere del cantante, la “Bieber Fever”, provochi l’isteria delle masse.

Le bieberine, però, non sembrano aver colto il lato comico e satirico dell’iniziativa. Pare, infatti, che sui social network si stiano moltiplicando le proteste contro l’interprete di Harry Potter e il noto showman. Le fan si augurano, come ormai consuetudine, malori fulminanti. Di certo non han contribuito le recenti dichiarazioni dello stesso Radcliffe che, poco tempo fa, aveva scambiato Bieber per una donna.

Così, dopo Kim Kardashian, Jasmine Villegas e South Park, la blacklist delle fan del giovane Justin continua inesorabilmente ad allungarsi. Con tutto questo astio, anziché la parodia di Harry Potter sembrerebbe più azzeccata quella di Kill Bill, già peraltro trasformata in “Kill Kim” ai tempi della Kardashian. Lo stile di Quentin Tarantino, in effetti, ben si addice alle minacce sanguinarie delle bieberine.