Mariah Yeater insiste che Justin Bieber sia il padre del proprio bambino, e racconta nella sua prima intervista dopo lo scoppio dello scandalo i dettagli di come sarebbe avvenuto l’incontro sessuale con il cantante lo scorso anno nel suo bagno privato, e soprattutto di avere delle prove che dimostreranno la verità delle sue dichiarazioni.

Nonostante Justin Bieber, 17 anni, abbia appena accettato di sottoporsi al test del DNA per smentire lo scandalo che lo sta travolgendo, Mariah Yeater, 20 anni, è andata in TV a raccontare più ampiamente l’incontro. In versione dimessa, struccata, con camicia e maglioncino rosa, i capelli biondi lisci alle spalle, sembra avere anche più della sua età.

Galleria di immagini: Mariah Yeater e Justn Bieber

La ragazza era quasi in lacrime quando ha raccontato il comportamento di Justin quella sera di ottobre del 2010 nel bagno dello Staple Center di Los Angeles:

«Gli sono piaciuta immediatamente e ci siamo semplicemente messi a parlare e poi alla fine mi ha chiesto “Ti va di andare da qualche parte io e te da soli?”. Siamo finiti in un bagno e il suo comportamento è completamente cambiato. È passato da carino e timido a più aggressivo.»

Quella sarebbe stata anche la perdita della verginità di Justin, almeno secondo la ragazza, che però è rimasta evasiva quando le hanno chiesto quali fossero le presunte prove delle sue accuse:

«Le mostrerò in tribunale per provare che le mie dichiarazioni sono vere.»

Secco no comment anche quando le hanno fatto notare come la guardia del corpo di Justin abbia fatto presente che durante la serata in questione il camerino del cantante era pieno di familiari e amici. Bieber e la compagna Selena Gomez stanno facendo buon viso a cattivo gioco, come quando prima delle premiazioni degli Mtv European Music Awards, dove ha vinto il premio per Best Male e Best Pop, ha detto:

«C’è stata un sacco di spazzatura ultimamente su Internet, ma ci sono passato attraverso.»

Fonte: RadarOnline