“Ogni promessa è debito”, anche per Justin Bieber. Come da impegni presi pubblicamente, in seguito al suo scontro con un bullo, avvenuto il mese scorso a Richmond, il giovane cantante ieri ha registrato uno spot per la TV in cui esorta i suoi fan e tutti i suoi coetanei a denunciare eventuali episodi di violenza nei loro confronti.

Per chi non lo ricordasse, il povero Justin era stato aggredito nel “Lazer Placet Entertainment Centre” dove, in seguito a uno scontro di gioco, un dodicenne stizzito, avrebbe apostrofato Bieber con il termine “finocchio” e la giovane star, per tutta risposta, sarebbe passato alle mani. Subito dopo l’episodio, Justin aveva dichiarato di essersi pentito per la reazione eccessiva e aveva promesso di prendere posizione al più presto sul fenomeno bullismo.

Detto, fatto. Dalla prossima settimana lo spot di Bieber verrà trasmesso su tutte le televisioni americane. Nello specifico, nel suo messaggio il cantante spiega ai giovani quanto sia importante riportare a un adulto eventuali atti di bullismo cui sono stati sottoposti, e di non tenere tutto per sé, al fine di fermare il prima possibile il colpevole.

Non c’è niente di bello nell’essere un bullo. Se siete vittime di bullismo, assicuratevi di dirlo a qualcuno, vi farà bene. E se invece avete solo sentito di un possibile atto di bullismo, prendete posizione e siate d’aiuto.

Con questo suo contributo, Justin ha aderito alla campagna “IT Gets Better Project”, che è stata intrapresa in seguito a un impressionante numero di suicidi avvenuti in America, proprio a causa del bullismo nelle scuole.