Negli Stati Uniti, “Never Say Never“, il film concerto di Justin Bieber ha sbancato il botteghino americano incassando ben 72,2 milioni di dollari. Il giovane cantante ha superato come incassi anche il re del pop recentemente scomparso, Michael Jackson, e il suo film-tributo “This Is It“.

“Never Say Never” è arrivato nelle sale americane l’11 febbraio ed è un film-documentario dedicato al My World Tour diretto da Jon Chu. La pellicola, rigorosamente in 3D, ripercorre l’esibizione al Madison Square Garden di Justin Bieber, oltre ad alcuni momenti del dietro le quinte. Inoltre si visitano i luoghi dell’infanzia del cantante per scoprire il suo percorso di crescita.

Galleria di immagini: Never Say Never premiere Los Angeles

Bieber non ha nascosto il suo entusiasmo alla notizia e ha commentato su Twitter:

“Orgoglioso di “Never Say Never”, ringrazio tutti i fan per aver reso il mio concerto il numero uno di tutti i tempi. Sono onorato. Michael Jackson è sempre il più grande. Ma soprattutto vi ringrazio e vi ringrazio per il continuo supporto e tutto l’amore che mi date da tutte le parti del mondo. Jackson è e sarà sempre il re del pop! Abbiamo ancora molta strada da fare”.

In realtà l’incredibile e inaspettato successo della pellicola di Bieber è circoscrivibile entro i confini americani. Infatti, a livello mondiale, il film tributo di Michael Jackson è sicuramente quello che ha riscosso maggior successo incassando circa 261,2 milioni di dollari. Il film di Bieber, invece, fuori dagli States, si è attestato solo intorno ai 10 milioni di dollari. Come ha detto lo stesso Bieber, Michael Jackson è l’unico e vero re del pop.