Il povero Justin Bieber non può più cenare in un ristorante senza attirare l’attenzione del pubblico. Il fatto, poi, che il ristorante appartenga a Hooters, una catena americana famosa per assumere solo cameriere avvenenti e per farle vestire in abiti succinti, e che si trovi in una piccola cittadina di provincia non può che peggiorare la situazione.

Ieri sera, infatti, dopo l’ennesima data del suo tour canadese, il giovane cantante si è trovato per caso in un locale ed è stato improvvisamente circondato da giovani e procaci ragazze e da una folta schiera di fan. Il sedicenne è stato invitato dal suo gruppo spalla, i “Legaci“, che si era fermato da Hooters proponendo ai proprietari di suonare in cambio di un pasto gratis.

I titolari del ristorante però, fiutato l’affare, si sono rifiutati di mantenere l’impegno preso e hanno chiesto ai musicisti di invitare anche Justin alla tavolata, prima di servire loro la cena. Tempo un quarto d’ora e Bieber era lì, in verità probabilmente invogliato dall’idea di un buon pasto servito dalle procaci cameriere. Queste ultime, come prevedibile, non hanno resistito al fascino dell’artista e lo hanno letteralmente circondato per avere una foto con lui.

Il ristorante si trovava ad Edmonton, un piccolo paesino del Canada, ed è facile immaginare con quale velocità si sia diffusa la notizia del fuori programma di Justin. In poco tempo, infatti, il locale si è improvvisamente riempito di fan, impazienti di cogliere al volo l’occasione di incontrare il cantante, costretto ad andare via poco dopo, senza nemmeno poter cenare.

Stupito anche il manager di Bieber, Les Johansen, il quale ha detto:

Non riuscivo a credere a quello che stava succedendo. Nell’arco di tre minuti siamo passati da un normale sabato sera alla follia più totale. Ci saranno voluti all’incirca 45 secondi per trovarci un centinaio di persone fuori dalla porta.