Per una questione di tempi televisivi è stata eliminata tra le gag previste nell’ultima puntata del famoso show comico statunitense Saturday Night Live, ma la scenetta registrata durante le prove da Justin Timberlake sta lo stesso facendo il giro del mondo. Nei due minuti scarsi di performance, l’attore di “Alpha Dog e “The Social Network” prende in giro il giovane artista canadese Justin Bieber che da qualche tempo fa impazzire le ragazzine di tutto il mondo, grazie alle sue performance a base di sentimenti e sorrisi ammiccanti.

Allo sketch, in cui Timberlake ricorda con il suo costume il famoso compositore austriaco Wolfgang Amadeus Mozart, partecipano anche altri volti noti dello show che per l’occasione hanno indossato parrucche e abiti di foggia tipica di fine ‘700 per ricoprire i ruoli degli amici dell’enfant prodige. Lo scambio di battute è rapido e pungente, grazie anche alle capacità di Bill Hader, Abby Elliot e Jason Sudeikis, che per l’occasione si sono trasformati in ottime spalle per il cantante di Memphis.

Galleria di immagini: Justin Timberlake al Saturday Night Live

“Mozart (Timberlake): Ho intenzione di prendermi una pausa dal mondo della musica per diventare un attore.

Amico (Hader): Stai scherzando. Non sarai uno di quei musicisti che crede di saper recitare?”.

Inizia così la simpatica scenetta, con Timbelake-Mozart deriso dai propri compagni per la decisione appena comunicata. Per ribadire le sue capacità, il compositore austriaco non si fa problemi a rivangare il passato di quando faceva parte del “Mouse Club austriaco, con il piccolo Beethoven, il piccolo Haydn, Christina (Aguilera) e Sir Ryan Gosling“; senza dimenticare di quando una volta “tutti si accoppiavano con tutti”. Il riferimento, ben poco velato, al sedicenne canadese arriva poco dopo, mandando su tutte le furie il compositore.

“Lady (Elliott): Andiamo a cercare quel nuovo ragazzo, Wolfgang Amadeus Bieber.

Mozart: Bieber! Non potete dire sul serio! Perché allora non mettete una parrucca su un chipmunk (piccolo scoiattolo americano, ndr) e non lo addestrate per recitare come un uomo di colore?”

La scena si conclude poi con Jason Sudeikis nei panni di Johann Sebastian Bach, intento ad annunciare al gruppo una festa da lui organizzata. Dopo aver chiesto lumi a Mozart su cosa avesse intenzione di portare, egli risponde prontamente con “I’m bringing sexy, Bach“. La frase, letteralmente intraducibile in italiano, è un gioco di parole tra un verso della canzone Sexyback (“I’m bringing sexyback”, ovvero “Ho un sedere sexy”) di Timberlake e il nome del compositore tedesco.