Avete mai sentito parlare di acceleratori neurali? Sono delle apparecchiature, la maggior parte delle quali fantascientifiche, in grado di stimolare i neuroni e accelerare, per l’appunto, il processo di formazione delle idee.

Kayac ha realizzato una stanza, di cui quella che vedete nell’immagine è solo una piccola parte, in modo da aiutare i dirigenti d’azienda, i ricercatori o chi per loro, a incrementare la loro produttività o dirigere delle conferenze da manuale.

Il sistema di funzionamento di questa board room è apparentemente molto semplice. Tramite un insieme di microfoni disposti sul tavolo e sulle pareti della camera, un apposito computer estrae delle parole chiave dalla conversazione in atto tra i vari interlocutori.

Questo insieme di parole chiave verrà utilizzato per scandagliare il Web alla ricerca di immagini o argomenti correlati. Un proiettore, posto sul soffitto, avrà il compito di proiettare le informazioni recepite sulle porzioni scure, a sagoma umana, presenti sul tavolo.

Un gruppo di LED posti nella parte centrale del tavolo, e un sistema di illuminazione interna della camera, consentiranno di ricreare i colori, diurni e notturni, relativi ai movimenti apparenti del sole nell’arco della giornata. Sono ovviamente programmabili secondo le esigenze.

Questa rivoluzionaria sala conferenze è stata realizzata dalla società giapponese Kayac in collaborazione con Keio University Inakage Lab.

Degli studi, appositamente condotti, hanno dimostrato come la variazione della componente cromatica della luce, e l’accostamento di immagini o argomenti correlati, stimola in maniera positiva l’attività di brainstorming e quindi, potenzialmente, anche la produttività di ogni singolo.

I primi esperimenti sul funzionamento di questa nuova tecnica sono stati condotti all’interno della stessa Kayac, se risulteranno fruttuosi il prodotto verrà distribuito sul mercato.