Gli enofili sono sempre molto attenti a tantissimi piccoli dettagli che, anche se apparentemente insignificanti, considerati con la dovuta accortezza, sono in grado di rendere la preziosa bevanda davvero irresistibile.

Uno dei dettagli di non poco valore è la temperatura con cui va servito il vino: è sempre molto difficile mantenere quella ideale, soprattutto se la bevanda va servita in occasione di pranzi o cene. Ecco allora che la tecnologia ci viene in aiuto: diamo il benvenuto a Kalorik Wine Cooler.

Si tratta di un sistema di raffreddamento dotato di due celle e sensori in grado di monitorare costantemente la temperatura del vino. Una volta stappata la bottiglia che si desidera servire a tavola bisogna nuovamente richiuderla con un sensore di temperatura, impostare il grado di raffreddamento che si desidera e aspettare che Kalorik faccia il resto.

Una volta raggiunta la temperatura desiderata basta togliere la bottiglia dalla cella di raffreddamento e allietare i vostri ospiti. Il lavoro di Kalorik però non finisce qui. Se si lasciano i sensori nella bottiglia, questi continueranno a monitorare la variazione termica della bevanda, inviando informazioni wireless alla base madre che visualizzerà tutto quanto su un display LCD. Se la temperatura dovesse scendere al di sotto di quella impostata Kalorik vi avviserà e potrete così riporre la bottiglia nuovamente nella cella.

Sono preimpostate un insieme di temperature consigliate a seconda del tipo di vino che volete raffreddare, espresse sia su scala Celsius che Fahrenheit. La base funziona a corrente elettrica mentre i due sensori a pile.

Ma tutte le comodità hanno un prezzo, e quello di Kalorik è 199.99$.