Il principe George e la principessa Charlotte crescono, ed è tempo per la Duchessa di Cambridge Kate Middleton di pensare al loro futuro: la stessa, infatti, avrebbe dichiarato di volere per loro un’infanzia più normale possibile.

Durante una giornata di impegni nel Nord del Galles – dove era attesa lo scorso venerdì insieme al Principe William – la Duchessa ha espresso la sua volontà, una volta che George e Charlotte saranno diventati un po’ più grandi, di farli diventare degli Scout – per Charlotte l’equivalente al femminile sarebbero le Rainbow -, in modo da farli interagire con altri bambini coetanei o comunque di età simile alla loro.

Galleria di immagini: Principe George le foto più belle

Durante la visita a Caernarfon il Duca e la Duchessa hanno incontrato anche un gruppo di Scout di Bangor, una cittadina situata sempre nel Nord del Galles: qui Kate avrebbe scambiato qualche parola in particolare con due giovani guide, dicendo loro quanto fosse stato divertente aiutare un gruppo di Scout quando sia lei che il secondo erede al trono si trovavano sull’isola di Anglesey.

Ha detto che deve iscrivere Charlotte tra le Rainbows” ha dichiarato un commissario per le Guide al femminile, continuando “si è divertita ad aiutare insieme al gruppo Scout e ha detto che convincerà anche George a diventarne uno”. La Duchessa di Cambridge è stata uno dei volontari “flessibili” degli Scout dal gennaio 2013 e nel dicembre 2014 avrebbe visitato proprio un gruppo formatosi di recente per una serata di attività, sfornando dolci e imparando la lingua dei segni.

Un futuro più normale possibile, quindi, per il futuro Re d’Inghilterra e la sorellina Charlotte: non molto tempo fa Kate aveva infatti espresso la sua fortuna per aver trascorso un’infanzia meravigliosa e sicura, e per questo vuole offrire la stessa ai figli.

Un’altra prova della volontà di mamma Kate di crescere i figli in una maniera quanto più normale possibile è stata la sua recente visita – ovviamente insieme a George – al Museo di Storia Naturale di Londra. Ma oltre a una vita quanto più normale possibile, la Duchessa avrebbe deciso di crescere i due principini lontano dai riflettori, nella loro casa situata nella contea di Norfolk, Anmer Hall, dove – salvo impegni ai quali deve presenziare – trascorrerebbe dei preziosi momenti mamma-figli.