L’affaire Kate Middleton, riguardante i famosi scatti in topless della Duchessa di Cambridge pubblicati dalla rivita francesce Closer, sta assumendo contorni inquietanti. La direttrice del Magazine, Laurence Pieau, avrebbe infatti ricevuto minacce di morte giunte via email. A riferire la spiacevola notizia il settimanale francese Le Point.

Galleria di immagini: Kate Middleton e Closer

Kate Middleton e il marito William proprio pochi giorni fa avevano ottenuto il processo per direttissima nei confronti di Mondadori France, che edita Closer. Il Tribunale di Nanterre aveva condannato la casa editrice con l’obbligo di consegnare tutti i file delle foto ai rappresentanti di Kate e William, oltre al divieto di cessione degli scatti ad altri giornali e allo scontato divieto di ulteriori pubblicazioni. La faccenda, che per giorni aveva tenuto banco a livello mediatico in ossequio alle attenzioni pruriginose di certa parte di pubblico, sembrava chiusa e archiviata.

Invece ecco il risvolto negativo e umanamente molto spiacevole, che vede ora protagonista suo malgrado Laurence Pieau, la quale invano ha tentato di difendere la scelta del suo giornale di pubblicare le foto della duchessa a seno nudo appellandosi alla beltà della stessa e al fatto che il balcone su cui si trovava la coppia reale al momento degli scatti era ben visibile dalla strada.

Durante l’udienza al Tribunale di Nanterre, l’avvocato francese dei Duchi di Cambridge, Aurélien Hamelle, aveva puntato sul parallelismo tra Kate e Diana riguardo alle eccessive attenzioni da parte dei paparazzi. Forse anche questo ha contribuito a sobillare gli animi di quelli che ora perseguitano via email Laurence Pieau. La speranza è che la questione venga ben presto archiviata a livello collettivo, in modo da ristabilire un clima sereno per tutte le persone coinvolte in questa storia.

E comunque quelli che ora minacciano la direttrice di Closer, prendano esempio dai fan del cognato di Kate: dopo che il principino Harry è stato sbattuto nudo in prima pagina dalla rivista The Sun, non hanno minacciato il direttore del giornale, ma si sono limitati (per così dire) a postare le loro foto in posa adamitica su Facebook. 

Fonte: Repubblica