Kate Middleton, la fortunata neo consorte dell’erede al trono della Gran Bretagna William, è molto spesso protagonista di gossip e di notizie più o meno serie.

In effetti non ci si poteva aspettare altro da questa ragazza che, forse suo malgrado, ha raccolto l’eredità della scomparsa suocera, alla quale somiglia anche parecchio in quanto a stile ed eleganza, e si trova a ricoprire un ruolo piuttosto complicato.

Tutto ciò che la riguarda fa notizia. Dove va, cosa fa, ma, soprattutto, a far parlare è ciò che indossa. Famosa per indossare sia abiti molto costosi, se c’è da presenziare a qualche occasione ufficiale, e per scegliere, invece, capi low cost per tutte le altre circostanze, la Middleton è diventata icona di una generazione.

L’ultima notizia riguardo all’abbigliamento di Kate è andata oltre la discussione sulla bellezza o meno del capo indossato e ha riguardato Wikipedia, la famosa enciclopedia libera del web. A scatenare la polemica è stato il suo abito da sposa.

Un abito di alta sartoria, firmato Alexander McQueen (che è uno degli stilisti preferiti della Middleton) cucito interamente a mano e valutato intorno ai 180 mila euro. All’annuale incontro dei contributors di Wikipedia, infatti, la folta compagine maschile ha chiesto al fondatore Jimmy Donald Wales di eliminare la voce dall’elenco.

Fortunatamente Wales si è opposto e ha deciso che la voce farà parte di Wikipedia a dimostrazione che anche la moda è parte integrante della cultura del nostro tempo.