Kate Winslet è divenuta celebre grazie al film di James Cameron “Titanic“. Ma questo è stato solo uno dei ruoli che hanno consacrato l’attrice, una delle più desiderate dai registi di Hollywood.

Kate Winslet non è di certo la classica attrice hollywoodiana: le commedie brillanti non sono la sua prerogativa, sempre impegnata in ruoli articolati e complessi. I suoi film abbracciano generi e ruoli diversissimi, nonché legati al cinema d’autore.

Galleria di immagini: Kate Winslet, le immagini della carriera

Da sempre amante dell’arte attoriale, l’attrice britannica inizia a studiare recitazione all’età di 11 anni. E anche il lavoro arriva presto: nel 1991, a soli sedici anni, Kate Winslet entra nel cast della serie TV “Dark Season“, dove interpreta un’adolescente che deve salvare la sua scuola da un sinistro figuro.

Nel 1994 dà prova delle sue doti nel film “Creature dal cielo“, di Peter Jackson. Kate Winslet non ha neppure vent’anni e interpreta un ruolo folle, quello di Juliet Hulme: la storia è ambientata nel 1954 e Juliet vive una morbosa, torbida e misteriosa storia d’amore e d’amicizia, al limite tra realtà e fantasia, con la sua amica Pauline.

Indubbiamente il film accoglie la Winslet nel cinema d’autore. Infatti, nel 1995 Ang Lee la vorrà sul set di “Ragione e Sentimento“. Per questo film, Kate Winslet riceve la sua prima delle sei nomination agli Academy Awards.

Tuttavia sarà nel 1997 che l’attrice verrà davvero conosciuta dal pubblico. È l’anno in cui interpreta Rose al fianco di Leonardo DiCaprio, nella tragica vicenda dell’affondamento del Titanic. Kate Winslet si impone soprattutto per le sue capacità di attrice: fisicamente non è il classico tipo hollywoodiano, la sua non è una bellezza bionda e magra, le sue forme e le sue curve ne fanno una donna dalle normali caratteristiche fisiche, ma in grado di sprigionare intensità ed emozione grazie alla recitazione.

Infatti, dopo alcuni ruoli di minore spicco, la Winslet nel 2004 viene chiamata dal visionario e sperimentale Michel Gaundry per “Eternal Sunshine of the spotless Mind“, altrimenti conosciuto con il titolo “Se mi lasci ti cancello”. In questo caso l’attrice si presta perfettamente al film d’autore, audace e non rivolto al grande pubblico. Jim Carrey e Kate Winslet interpretano due ex fidanzati che, per non soffrire troppo, decidono di farsi cancellare dalla mente i ricordi del loro amore. Il film è tutto giocato sulle rappresentazioni mentali, sulla malleabilità dei ricordi, sull’incontro quasi predestinato tra due anime.

Nel 2006, con “Little Children“, la Winslet riceve la sua quinta nomination agli Oscar. Ed è un record: a soli 31 anni, è la più giovane attrice ad aver ottenuto per cinque volte tale riconoscimento.

Fin qui ha sempre sostenuto ruoli particolarmente drammatici. Tuttavia nel 2006 decide di gettarsi a capofitto nella classica commedia romantica: “L’amore non va in vacanza“. Il film è stato affossato dai critici, ma ha ottenuto un immenso successo di pubblico. In questo modo la Winslet ha dimostrato di saper interpretare più ruoli, sia leggeri sia complessi, e di essere entrata nel cuore della gente grazie alla sua bravura.

Nel 2008 torna a recitare insieme a Leonardo DiCaprio nel film “Revolutionary Road“; grazie all’opera di Mendes, i critici hanno definito la Winslet la miglior attrice inglese della sua generazione.

Quest’anno è arrivata in televisione con la miniserie “Mildred Pierce“, in Italia trasmessa da SKY. E, sempre quest’anno, l’attrice ha recitato nell’ultimo film di Roman Polanski, “Carnage“, per il quale ha ricevuto una nomination al Golden Globe.

Fonte: Movie Line