“Questa non è televisione, questa è HBO“: la famosa rete via cavo statunitense ha modificato il modo di vedere e intendere la fiction, grazie alla realizzazione di show prodotti, diretti e scritti quasi esclusivamente da personalità provenienti dal mondo del cinema. Il canale si è contraddistinto per la produzione di TV movie d’altissimo livello, usciti direttamente al cinema in Italia, come “La seconda guerra civile americana” e “Tu chiamami Peter” e serial come “I Soprano” e “Six feet under”.

Dopo l’annuncio della miniserie “Mildred Pierce“, diretta dal regista di “Lontano dal paradiso”, Todd Haynes, altri due illustri registi hollywoodiani sono stati coinvolti nei futuri piani della HBO: Kathryn Bigelow e Martin Scorsese firmeranno la regia di due importanti progetti.

Kathryn Bigelow sarà la produttrice esecutiva della serie “The miraculous years“, della quale dirigerà il pilot. Il telefilm, sceneggiato da John Logan, racconterà la storia di un uomo di famiglia con personalità autodistruttiva. L’ultimo film della regista, “The Hurt Locker”, presentato alla 65° mostra d’arte cinematografica di Venezia, è candidato a nove premi Oscar, incluso quello per la miglior regia: una nomination importante, dato che l’artista è l’unica regista donna americana, insieme a Sofia Coppola, ad aver ottenuto una candidatura in questa categoria.

Martin Scorsese, invece, è stato coinvolto nel telefilm “Boardwalk Empire“, anch’egli in veste di regista e produttore esecutivo. Lo show, creato da Terence Winter e Mark Whalberg, sarà una gangster story ambientata ad Atlantic City all’epoca del proibizionismo e del gioco d’azzardo. Il progetto è già entrato nella storia della televisione come uno dei telefilm più costosi in assoluto: solo il pilot, infatti, è costato circa cinquanta milioni di dollari.