È una costante dei divorzi, una reazione naturale, cambiare tutto, quasi a voler buttare qualsiasi cosa ci possa ricordare il passato. Per chi se lo può permettere, lo shopping è una piacevole valvola di sfogo. Katie Holmes se lo può permettere, dunque, stando a quel che racconta il National Enquirer, avrebbe speso ben 15 mila dollari in lingerie. Le sue buone intenzioni sono quelle di cambiare radicalmente, dal look all’intimo.

Nonostante gli impegni, fra i documenti della separazione e stabilire l’assegno mensile di mantenimento della piccola Suri, Katie Holmes ha trovato il tempo per concedersi molte ore di shopping, fra un negozio e l’altro, ha fatto altri acquisti folli, una fonte vicina all’attrice ha raccontato anche dell’acquistato di 15 paia di scarpe Christian Louboutin e di un armadio di abiti nuovi da cocktail, eventi e provini lo richiedono.

Del resto a Katie Holmes la liquidità non manca, basti pensare all’assegno di mantenimento che Tom Cruise le dovrà versare mensilmente, “solo”, si fa per dire, 33 mila dollari, per le spesucce della bambina, fino al compimento della maggiore età.

Giusto per fare quattro conti in tasca, il patrimonio di Tom Cruise è stato valutato 250 milioni di dollari, tutto sommato, quei 400 mila dollari all’anno da sborsare per i prossimi 12 anni, non gravano sui suoi averi. Ma tornando a Katie Holmes, passi per gli abiti da indossare negli eventi, ma sfugge il particolare di quei 15 mila dollari in lingerie, a meno di non avere in mente qualche incontro galante.

Sempre la fonte, racconta che Katie Holmes vuole mostrare al mondo di essere una donna sicura in grado di gestire una vita da mamma single, con una carriera brillante e, curiosamente, comincia dalle mutande:

“Ora è pronta a ruggire, sta frequentando un mental coach che la sta aiutando a togliersi dalla mente alcuni comportamenti che Cruise gli aveva inculcato ed è disposta a sborsare tutti i soldi che servono per recuperare il suo aspetto favoloso e la sua personalità e rilanciare la carriera”.