“Felicity” è stata la prima serie televisiva creata da J.J. Abrams, l’uomo che poi darà vita a successi come “Alias”, “Lost” e “Fringe” e che dirigerà la recente versione cinematografica di “Star Trek”. Protagonista di quel telefilm adolescenziale nei panni di Felicity Porter era la giovane Keri Russell, che per la parte ha ottenuto anche un Golden Globe nel 1999. Da allora la sua carriera è proseguita al cinema con fortuna alterna.

La Russell è apparsa in pellicole come “La musica nel cuore”, “Litigi d’amore”, “We Were Soldiers” e in un film molto apprezzato dalla critica americana, “Waitress – Ricette d’amore”. Il suo successo maggiore al botteghino è però stato al fianco di Tom Cruise in “Mission: Impossible 3“, diretto proprio da quel J.J. Abrams che l’aveva lanciata in TV. E adesso il piccolo schermo la reclama nuovamente.

Keri Russell, dopo essere stata guest-star in un paio di episodi di “Scrubs”, sarà infatti la protagonista di un nuovo pilot per una serie comica che promette davvero bene: “Wilde Kingdom“. Dietro questa nuova sit-com si cela Mitchell Hurwitz, il creatore del divertentissimo “Arrested Development”, trasmesso da Italia 1 con il titolo “Ti presento i miei“.

Del cast di quella serie, che ha lanciato talenti comici come Jason Bateman (“Hancock”, “Tra le nuvole”) e Michael Cera (“Juno”), nel nuovo “Wilde Kingdom” ci sarà Will Arnett, nei panni di un playboy di Beverly Hills che finirà per innamorarsi del personaggio interpretato dalla bella Keri Russell, una donna impegnata in attività umanitarie molto lontana dallo stile di vita superficiale del protagonista. La sit-com verrà prodotta dalla Fox e i presupposti per un nuovo successo sembrano esserci proprio tutti.