La strana coppia Disney/Star Wars continua a dividere gli appassionati. Il regista Kevin Smith interviene su un’annosa questione, ovvero la futura sovraesposizione di Guerre Stellari. Per l’universo creato da George Lucas in arrivo spin-off e una nuova trilogia.

=> Leggi dell’acquisizione della Lucasfilm da parte della Disney

Galleria di immagini: Star Wars, foto

Star Wars, dove eravamo rimasti? Disney acquisisce Lucasfilm per 4 miliardi di dollari, il 30 ottobre 2012; il progetto prevede spin-off e una nuova trilogia diretta da J.J. Abrams. Nascono i dubbi sulla mercificazione di Guerre Stellari: Topolino rovinerà il franchise? Il superfan Kevin Smith non sembra preoccupato, la saga di Star Wars è sempre stata una macchina da soldi:

«Ora che fa parte dell’impero Disney, Star Wars diventerà onnipresente come Starbucks. È diventato qualcosa di profondamente americano, come la torta di mele e il baseball, e al contempo universale come la coca-cola. Nell’attuale clima economico in cui si tende a dare tutto in outsourcing, Star Wars potrebbe essere l’ultima risorsa interna americana da esportare. Quindi è una bella cosa che decidano di espanderne l’universo: fare dei film su Yoda, Boba Fett e Han Solo è creativamente ed economicamente ingegnoso. Qualunque fan vecchia scuola farà la fila per vedere la storia delle origini di Yoda, o per vedere David Borneaz nei panni di un giovane Han Solo che vince il Millennium Falcon dal giovane Lando interpretato da Donald Glover.

Non si può dire che si tratta di una mercificazione di Star Wars, perché lo ha già fatto per primo George Lucas molto, molto tempo fa in un decennio lontano lontano, con giocattoli, lenzuola e spade laser luminose. Star Wars è sempre stato un business. è una montagna russa in un parco a tema: eccitante, divertente e ottimo come business a ripetizione. Non appena lasci l’attrazione, compri una maglietta e una palla con la neve dentro come ricordo. Disney ha pagato miliardi per Star Wars, ma con la notizia del coinvolgimento di J.J. Abrams prima e quella degli spin-off poi, faranno il doppio di quanto hanno pagato nell’arco di soli dieci anni. E dopo di che, che la forza sia con loro. Sempre».

=> Scopri J.J. Abrams alla regia di Star Wars VII

Sono queste le parole utilizzate da Kevin Smith per descrivere l’animo commerciale di Star Wars. L’importante è che la Disney utilizzi “la forza” per creare non solo un prodotto economicamente redditizio, ma soprattutto una trilogia artisticamente valida che rispetti personaggi e storie del franchise originale.

Ecco le prime indiscrezioni su Star Wars VII di J.J. Abrams: Michael Arndt di Toy Story 3 alla sceneggiatura e il ritorno di Mark Hamill, Carrie Fisher, Harrison Ford e Anthony Daniels nel cast. Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana.

Fonte: Badtaste