Ci sono icone di stile leggendarie, che durano in eterno, e ogni tanto qualche new entry che sembra fare tendenza con il suo look e la sua capacità di essere imitata. Se al primo gruppo appartengono Cher, Madonna, e anche la camaleontica Lady Gaga, tra le novizie sembra esserci Kim Kardashian.

L’ingresso di Kim nell’olimpo delle grandi icone di stile è tuttavia molto discusso, e non sono tutti a considerare la modella statunitense all’altezzadi questo titolo. I dubbi sono tanti: ha uno stile personale ben definito? Ha sufficiente carisma? Ecco l’opinione di chi l’ha eletta nuovo modello modaiolo.

Esiste un gene particolare che Kim Kardashian ha. È quello che la rende in grado di commercializzare la sua abilità personale in fatto di stile facendola diventare un grande business. Che cosa fa? Lei parla di sé e dello shopping su Internet, usandolo come strumento di marketing per vendere i suoi vestiti e suoi prodotti con grande successo.

I sostenitori della Kardashian ne mettono in evidenza il suo particolare modo di mescolarecapi di abbigliamento diversi e apparentemente contrastanti, unendo spesso un pezzo di alta moda con altri elementi semplici e lineari. Il binomio tacchi vertiginosi e stile casual, inoltre, è ormai diventato il suo pezzo forte.

Che la responsabilità di questa vena creativa nella moda sia di un gene, comunque, è abbastanza discutibile.