Le disavventure purtroppo capitano a tutti, anche a una celebrità come Kim Kardashian, bersaglio di una rapina del valore di 14 milioni di euro mentre si trovava a Parigi per la Paris Fashion Week.

La star del reality show americano è stata aggredita da cinque uomini mascherati, vestiti come poliziotti e armati. Sfruttando il travestimento, i rapinatori erano riusciti a convincere il concierge dell’appartamento di lusso dove si trovava Kim Kardashian a entrare (verso le 2.30 di notte), per poi ammanettarlo e minacciarlo. I ladri hanno avuto così accesso alla camera della socialite, l’hanno minacciata puntandole un’arma, l’hanno legata e chiusa nel bagno.

Nella stanza si trovava preziosa gioielleria dal valore di diversi milioni di dollari. Gli uomini sono riusciti a portare via un cofanetto gioielli da 6 milioni di euro e un anello dal valore di 4 milioni, oltre ad altri oggetti personali – inclusi due smart phone – per un totale di 16 milioni di dollari, corrispondenti a oltre 14 milioni di euro. Un portavoce ha riportato al Daily Mail che Kim Kardashian “è profondamente scossa ma fisicamente a posto”.

Kanye West, che si stava esibendo al Meadow Music and Art Festival a New York, è stato immediatamente informato dell’accaduto e ha cancellato il resto della performance. Si pensa che i figli della coppia, North e Saint, non fossero nella stanza nel momento della rapina.

Kim Kardashian ha comunque subito lasciato Parigi questa mattina a bordo di un jet privato per tornarsene negli Stati Uniti accompagnata dalla sua assistente e dalla sua guardia del corpo personale Pascal Duvier. È stata vista coprirsi la testa con una sciarpa nera mentre aspettava di essere imbarcata.

Pascal Duvier non era con Kim Kardashian al momento della rapina perché si trovava con Kourtney Kardashian, poiché Kim era rimasta nell’appartamento dopo cena. Nella giornata di domenica aveva assistito alle sfilate di Balenciaga e Givenchy prima di cenare con amici.

Dopo l’attacco la famiglia è stata posta sotto la protezione della polizia presso il palazzo George V e ora un’investigazione è in corso. Un fotografo, che ha seguito Kim Kardashian dal suo arrivo a Parigi, è stato interrogato perché si pensa che possa avere avuto accesso al ristorante dove la donna aveva cenato in settimana vestendosi da poliziotto.

Una testimonianza è stata rilasciata anche dal barman che lavora di fronte al palazzo che ospitava Kim Kardashian, vicino alla chiesa di Madeleine. “Lei entrava e usciva in continuazione”, ha detto il barman, “è sempre lo stesso viavai – un’auto con finestrini scuri compare con una fila di paparazzi al seguito e noi la vediamo. Sfortunatamente troppe persone sembrano sapere dove risieda”.