“Bene o male, purché se ne parli”, diceva Oscar Wilde. Le ultime vicende che vedono protagonista Kristen Stewart sembrano rispecchiare in pieno questa nota citazione, dopo la bufera scatenata dalle dichiarazioni che la star di “Twilight” ha rilasciato sul numero di luglio di Elle Uk.

L’attrice, sebbene involontariamente, ha infatti paragonato le invasioni dei paparazzi nei suoi riguardi alle violenze sulle donne, irritando non poco vari membri di associazioni che combattono questo tipo di abusi. Kristen ha poi presentato le sue scuse in esclusiva su People direttamente dalla Corea, dove attualmente si trova per la promozione di “Eclipse” insieme a Taylor Lautner.

Ho fatto un grande sbaglio. Mi scuso per la mia scelta di parole.

Questo episodio accade solo pochi giorni dopo il caso di Sidney, che ha visto la Stewart fare gestacci poco educati ai fotografi appostati sotto il balcone dell’hotel.

È tuttavia probabile che la giovanissima interprete di “Bella Swan” non avesse intenzione di sottovalutare la brutalità che purtroppo caratterizza uno stupro, a sua volta probabilmente “vittima” di un’errata scelta di terminologia. La stessa attrice nativa di Los Angeles aveva impersonato una vittima di violenza nel film “Speak” girato nel 2004, e questo può essere considerato come un’ulteriore conferma che Kristen non intendeva realmente dire ciò che si è letto su Elle.

Ecco qualche scatto del servizio “incriminato” direttamente da Showstalker.