Kristen Stewart, oltre a essere molto ricercata da registi del calibro di Woody Allen, è nelle grazie di Karl Lagerfeld, che l’ha scelta come testimonial della nuova fragranza di Chanel, Gabrielle. La maison, che non lanciava un nuovo profumo da quindici anni, ha deciso di tornare sul mercato e ha chiesto proprio all’attrice di Twilight di incarnare Gabrielle, in un parallelismo tra la giovane Gabrielle Chanel, che sarebbe poi diventata Coco, e la sua versione contemporanea.

Kristen Stewart, infatti, è stata protagonista di un corto della durata un minuto per presentare il nuovo profumo, clip nella quale, sullo sfondo di un grand hotel parigino, le figure di Gabrielle Chanel, una delle donne più avanguardiste del Novecento, e quella di Kristen Stewart, simbolo della femminilità di oggi, si confondono.

“Poche persone sanno che Coco, prima del personaggio di Coco Chanel, fosse questa ragazza, Gabrielle Chanel”, ha spiegato l’attrice a Grazia Francia, “l’intenzione nel battezzare un profumo Gabrielle è quella di andare in profondità sotto la superficie delle cose. Nel corto che accompagna l’uscita del profumo non sono Gabrielle Chanel ma spero di essere il raccordo con quello che simboleggia. Io sono molto istintiva. Vado avanti nella vita senza sapere sempre dove vado, ma lo faccio non avendo paura degli errori. Se non si prendono dei rischi, non si impara mai niente”.

“Ero sorpresa leggendo diverse cose su Gabrielle Chanel, come la sua vita sia stata una successione di alti e bassi”, ha aggiunto. “Lei sperimentava. Alcuni dei suoi obiettivi si sono realizzati, altri no. Ma lei non ha mai cambiato la sua linea perché non piaceva all’opinione pubblica. È qualcuno che ha cercato, esplorato, fino al suo ultimo giorno. Questa è una caratteristica in cui mi rivedo. Mi si può accusare di molte cose, ma non di adagiarmi nel successo arrivato presto. Altrimenti a questo punto starei facendo Twilight 28”.

La filosofia alla base del nuovo profumo è quella di creare qualcosa che sia “fondamentalmente Chanel”, che significa “essere autentiche. Con una certa idea di non sottomissione”. Kristen Stewart ha ammesso di essersi chiesta perché fosse stata scelta proprio lei per la campagna.

Galleria di immagini: Profumi Chanel, le foto

 

“Perché proprio io? Non mi sentivo molto all’altezza di fare la pubblicità di un profumo. […] Ma poi ho superato i cliché legati a questo mondo. Mi ero appena rasata la testa, e non mi ero mai sentita più femminile e capace di apprendere cose che prima avrei scartato a priori. Le donne oggi cercano un altro modo di essere donne. Ognuna di noi ha un modo diverso di fare cose uniche. Si può essere ragazze in un centinaio di modi diversi, con tutta la complessità possibile. La prima a tagliarsi i capelli è stata Gabrielle. Era quella che oggi chiameremo “una tipa strana”. I codici di normalità non erano i suoi, lei faceva diversamente. La nostra generazione è sua discendente”.