Dal Sundance Festival, continuano ad arrivare buone notizie su alcune produzioni che potrebbero risultare fra le più interessanti della prossima stagione cinematografica. Esattamente come ieri, l’attenzione della critica è puntata su “Buried”, e sulla straordinaria interpretazione di Ryan Reynolds. Queste le parole d’elogio scritte da Firstshowing.net a favore del film:

Non è solo un eccezionale esempio di cosa può realizzare una produzione minimalista, ma è proprio un gran film di per sé.

Mentre dopo le critiche iniziali, è stata fortemente rivalutata la pellicola di Floria Sigismondi, “The Runaways“, che inizialmente era stata giudicata esclusivamente come una mossa commerciale da parte della produzione avendo inserito nel cast, due delle attrici che recitavano in “New Moon”, Dakota Fanning e Kristen Stewart. Il pregiudizio iniziale è stato rimosso definitivamente con un lungo applauso da parte degli spettatori al termine della proiezione.

Fra le cose che avrebbero esaltato sia il pubblico che critica, ci sono le interpretazioni delle due attrici, in perfetta sintonia fra loro. Il film racconta la vera storia di una rock band al femminile, che nella metà degli anni ’70 spianò la strada per le band femminili successive. Fra i protagonisti del film il solito bravo James Gandolfini (I Soprano), che veste i panni di un uomo sposato che ha appena perso la figlia.