Kristen Stewart odiata dal cinema? Sarebbe meglio dire odiata dai cinefili. Per un pubblico pasciuto a Grace Kelly, Marilyn Monroe e Diane Keaton, digerire la Stewart rappresenta certo un boccone amaro, anche e soprattutto perché, sebbene la saga di Twilight sia la cosa più celebre che abbia fatto, l’attrice è presente anche in molti film d’essai.

Galleria di immagini: Biancaneve e il Cacciatore

Una delle ultime fatiche compiute da Kristen Stewart è Biancaneve e il Cacciatore, pellicola che fatica a decollare tra gli entusiasmi dei cinefili anche perché di fronte a una magistrale Charlize Theron c’è una certa remora a considerare Kristen la più bella del reame. Ma il cinefilo, si sa, è una persona esigente: vuole solo la perfezione. E la Stewart, dal nervosismo proverbiale, che pare sempre e solo calata nella parte di Bella, appare a molti come un’erede di Katie Holmes in Dawson’s Creek, l’adolescente che non fa che mordersi le labbra.

Difficile immaginare come tutti gli occhi non saranno puntati su Kristen Stewart quando uscirà On the Road. Anche e soprattutto per la presenza di una comprimaria adorata dai cinefili come lo è Kirsten Dunst, capace fin da bambina di far impallidire con il suo fascino e la sua recitazione anche mostri sacri del cinema come Susan Sarandon e Tom Cruise.

E per quanto carina e ben vestita, la Stewart appare molto spesso impacciata e non solo nelle sue semplici apparizioni: anche le dirette televisive sembrano non fare per lei. E c’è anche chi pensa che quel continuo ansimare nella recitazione non possa essere considerato certo un esercizio di stile. Ma tant’è: in fondo, i cinefili possono distogliere il loro sguardo altrove.

Fonte: Grazia.