Dopo l’annuncio ufficiale che vede David Fincher come futuro regista del remake de “Uomini che odiano le donne”, cominciano già a circolare le voci su chi saranno gli interpreti dei personaggi protagonisti delle vicende. A quanto pare sembra che Kristen Stewart, l’attrice più chiacchierata del momento, sia la principale candidata per vestire i panni di Lisbeth Salander, l’oscura hacker che aiuta Mikael Blomkvist nelle indagini.

Non a caso la ventenne statunitense ha già lavorato con Fincher in “Panic Room“, thriller di alcuni anni fa con protagonista Jodie Foster. In ogni caso non c’è stata ancora una conferma né una smentita da parte dell’attrice.

Comunque sia, in lizza per la parte della Salander c’è anche Carey Mulligan, fresca d’Oscar ottenuto con il film “An Education”. Si preannuncia quindi uno scontro a fuoco e fiamme tra le due belle attrici, soprattutto perché c’è in palio la parte di uno dei personaggi più intriganti della storia del cinema.

“Uomini che odiano le donne” è tratto dal primo capitolo della trilogia di Stieg Larsson, e vede come protagonista Mikael Blomkvist, giornalista incaricato da un ex magnate di una grossa industria a fare luce sulla misteriosa scomparsa della nipote.