La bellezza della pelle proviene dall’elemento da cui siamo nati: l’acqua. La scoperta è stata fatta all’interno della Fondazione Fatebenefratelli di Roma, grazie allo studio del dottor Paolo Mezzana, docente di tecniche fotografiche cliniche e laser alla scuola internazionale di medicina estetica presso l’ospedale romano.

=> Scopri tutti i segreti di bellezza

Sessanta donne tra i trentotto e i sessantaquattro anni sono state prese a campione per lo studio. Le pazienti hanno richiesto interventi di bellezza di ogni tipo, dal laser al peeling, al termine dei quali hanno compilato un questionario che poneva loro domande sullo stile di vita seguito quotidianamente.

I risultati sono stati sorprendenti: gli interventi estetici hanno avuto una maggior resa e un miglior risultato sulle donne che bevono, di solito, due litri e mezzo di acqua al giorno. Chi ne beve tre litri non aggiunge nulla di più. Chi, invece, beve meno di un litro e mezzo di acqua al giorno ha visto la propria pelle non rispondere adeguatamente alle cure.

La conclusione a cui sono giunti i medici è abbastanza evidente: bere almeno due litri e mezzo di acqua al giorno è come usare una crema idratante. L’acqua, infatti, rafforza i tessuti e li idrata dall’interno mentrea pelle non si inaridisce né si screpola. Pertanto, non solo bere mantiene in salute e più giovane la pelle ma permette di avere risultati migliori, qualora si decida di intraprendere la strada del ritocco chirurgico.

Fonte: Ansa