Finalmente una ricerca ufficiale ha rivelato che la birra fa bene al cuore, in modo specifico a quello delle donne. A dirlo sono gli studiosi dell’Università svedese di Gothenburg, che hanno eseguito la ricerca su 1500 volontarie nell’arco di ben 32 anni, dal 1968 al 2000.

Alla fine di questo lungo periodo gli studiosi hanno, così, potuto rilevare l’incidenza che ha l’assunzione di diversi tipi di bevande alcoliche sull’insorgere di diverse malattie nelle donne che adesso hanno un’età tra i 70 e i 92 anni. Dai risultati è emerso che 345 delle volontarie hanno sviluppato un cancro, 160 hanno sofferto di diabete, 162 hanno avuto un ictus e 185 un attacco cardiaco.

Il rischio di sviluppare tumori sarebbe, quindi, più alto del 50% per chi assume alcool frequentemente ma, il dato sorprendete, riguarda le malattie inerenti al cuore. Le donne che bevono bevande alcoliche una-due volte a settimana o una-due volte al mese hanno, infatti, il 30% di possibilità in meno di subire un attacco cardiaco rispetto a chi è solita assumere una quantità superiore di alcool o rispetto a chi non l’assume affatto. Bere due pinte di birra a settimana è quindi utile alla salute del cuore femminile, così come ha spiegato la ricercatrice Dominique Hange:

“Studi precedenti hanno suggerito che l’alcool, se assunto in moderate quantità, ha effetti protettivi. Ma, fino ad ora, non si era certi di quali fossero questi benefici, nello specifico. Per la nostra ricerca abbiamo confrontato i nostri risultati con altri fattori di rischio per le malattie cardiovascolari e questo ha dato forza allo studio”.

Anche il vino potrebbe sortire gli stessi effetti quindi la studiosa lascia aperta qualsiasi possibilità, che dovrà però essere confermata da ulteriori ricerche.