Il famoso cineasta di origini italiane Martin Scorsese, sembra avere una vera e propria passione per le collaborazioni prolungate nel tempo. Dopop aver collaborato per anni con Robert De Niro, infatti, ora si sta concentrando molto su Leonardo Di Caprio con il quale con “Shutter Island” sale a quota quattro collaborazioni.

Un regista con alle spalle una carriera come quella di Scorsese, non può non avere fra le sue doti naturali quella di essere in grado di comprendere quali siano le potenzialità di un attore, e fino a dove può spingersi con le sue capacità attoriali.

La cosa è quanto mai evidente in “Shutter Island”, dove Scorsese mette davvero a dura prova il bravissimo e sempre più maturo Leonardo DiCaprio, mai così in parte rispetto ai lavori precedenti come in quest’ultima produzione.

Dopo averlo fortemente voluto con sé nelle sue ultime quattro produzioni, che in ordine di tempo sono: “Gangs of New York”, “The Aviator” che sembra il meno riuscito dei quattro, “The Departed – Il bene e il male” e l’ultimo “Shutter Island“, Scorsese è riuscito ad esaltare il talento di Leonardo DiCaprio, del quale lo stesso attore fino a poco tempo fa non era in grado di comprendere pienamente il potenziale, cosa che è ampiamente stata dimostrata dalle loro ultime due collaborazioni.