La dieta dimagrante non deve essere per forza priva di carboidrati: i legumi e i fagioli in particolare sono considerati i “carboidrati buoni”, perché complessi, non come zucchero e pane o pasta, considerati semplici. La dieta dei fagioli oltre a far perdere peso, previene il diabete e abbassa i livelli di colesterolo. Oltre a essere un ottimo sostituto per la carne, che al portafoglio non fa male.

I fagioli, in quanto carboidrati complessi, impiegano più tempo a essere smaltiti, e quindi rilasciano energie in più tempo e saziano più a lungo. Sono fonti di Vitamina B, ma anche di magnesio, calcio, ferro, zinco, potassio e fosforo, oltre che di fibre. Si preparano facilmente e sono gli alimenti tra i più economici sul mercato. E presentano molta varietà. Basti pensare che rientrano sotto la categoria di legumi, oltre ai fagioli, piselli, lenticchie, fave, lupini, soia, ceci e arachidi.

Il menù di questa dieta dimagrante ovviamente dovrà includere legumi e verdure nei pasti principali. A pranzo zuppe di fagioli o ceci, a cena legumi con tofu, carne, uova o pesce, con contorno di verdure fresche. L’importante è evitare il consumo di carboidrati semplici, come pasta, pane e zuccheri, ma anche pasta e pane integrali e zucchero di canna, oltre agli alcolici, molto calorici. E per questa tipo di dieta è meglio anche ridurre l’introito di frutta, sempre per il contenuto di zuccheri.

Nella scelta tra legumi secchi o in lattina, quelli secchi, poi da preparare a mollo, sono migliori, ma vanno bene anche quelli già confezionati se non precotti con l’aggiunta di lardo o altri grassi. Ovviamente, come ogni dieta dimagrante, i risultati migliori per perdere peso si avranno se accompagnata da esercizio fisico oltre a bere molta acqua. La dieta dei legumi aiuta a prevenire il diabete di tipo 2, e a ridurre il livello di zucchero nel sangue, quindi a prevenire attacchi cardiaci.

Per quanto riguarda il fantomatico gonfiore dovuto all’eccessiva assunzione di fagioli, secondo studi recenti si tratta di una leggenda metropolitana: non ci sono differenze di gas o flatulenze in chi mangia molti legumi e chi non ne prevede nel proprio regime alimentare.

Fonte: Squidoo, WebMD.