Alzino la mano tutte quelle donne che nonostante una dieta dimagrante, nonostante gli sforzi in palestra, non riescono a perdere i chili di troppo. Care donne, spero sappiate che la perdita di peso dipende da molti fattori. E la tiroide mal funzionante potrebbe essere un ostacolo nel tentativo di mandar via i vostri chili di troppo.

La tiroide è una ghiandola localizzata nel collo. Inizia a funzionare intorno al terzo mese di vita e produce ormoni che agiscono sul metabolismo cellulare e sui relativi processi di crescita, compreso lo sviluppo del sistema nervoso, del cuore e delle ossa. La tiroide controlla persino la funzione sessuale, ma soprattutto il metabolismo. Questa quindi è la ragione per la quale i disturbi del peso corporeo possono dipendere da un suo malfunzionamento.

A volte tutto ciò si traduce in un aumento dei chili di troppo, altre in un’impossibilità di dimagrimento, altre ancora in un repentino e immotivato calo del peso corporeo. Infatti, l’ipotiroidismo, ovvero un’insufficiente produzione di ormoni da parte della tiroide, rallenta le funzioni corporee e fa diminuire l’utilizzo energetico.

Nel caso in cui la situazione sia gravemente compromessa, vi è un aumento del peso incontrollabile. Al contrario, se la tiroide lavora troppo, producendo una quantità eccessiva di ormoni rispetto alle reali necessità, si ha un situazione di ipertiroidismo, ovvero un’accelerazione di tutti i processi metabolici e crescita del dispendio energetico, con conseguente aumento del senso di fame all’inizio e un rilevante calo del peso nei casi più gravi.

Capire se la tiroide rende vani i propri sforzi nel cercare di dimagrire non è semplice. Solo un endocrinologo può capirlo, ma può capitare che gli sbalzi ormonali – in particolare dell’ormone tireotropo o TSH – siano dovuti al sovrappeso e non all’ipotiroidismo. È necessaria quindi una valutazione generale degli ormoni tiroidei, eseguita da un esperto.

È comunque consigliato fare un check-up completo prima di iniziare una dieta dimagrante. Consultare un endocrinologo, poi, nel caso in cui ci sia una reale difficoltà nel perdere i chili di troppo. Se e solo se si riscontra un’effettiva disfunzione tiroidea è necessario intervenire. Al bando perciò gli allarmismi: è da tenere sempre a mente che una cura sbagliata può essere dannosa per la salute.