La dieta mediterranea ha diversi effetti benefici sulla salute e, secondo quanto riportato da una recente ricerca universitaria, farebbe anche particolarmente bene al cuore, visto che riduce la sindrome metabolica.

Lo studio sul regime alimentare tipico della dieta mediterranea è stato condotto alla Harokopio University di Atene sotto la supervisione del dottor Demosthenes Panagiotakos ed è stato pubblicato sul “Journal of American College of Cardiology”. La ricerca condotta dal dottore greco con il suo team è stata realizzata integrando i risultati di ben 50 studi diversi sull’alimentazione e sulla salute cardiovascolare, un lavoro enorme che ha coinvolto analisi effettuate su oltre 500.000 volontari che si sono sottoposti agli studi.

Galleria di immagini: Frutta e verdura per Febbraio

L’indagine ha inoltre previsto il confronto con altre diete e con stili di alimentazione diversi. I risultati venuti fuori da questo enorme lavoro hanno messo quindi in evidenza come la tipica dieta mediterranea, sia nella sua accezione greca che in quella italiana, fornisca una minore vulnerabilità alla sindrome metabolica.

Come spiega il dottor Panagiotakos:

I nostri risultati dimostrano ulteriormente la funzione protettiva e l’importanza dello stile di vita, principalmente delle abitudini alimentari, dal punto di vista dello sviluppo e della progressione della sindrome metabolica, una delle principali cause di malattie cardiovascolari.

Cosa significa questo? La dieta mediterranea porterebbe quindi un rischio assai inferiore di avere un aumento del colesterolo o di arrivare all’obesità, con conseguenze positive non solo sulla bilancia ma anche sul cuore, con un rischio quindi minore di malattie cardiache e cardiovascolari.

In particolare dalla metanalisi realizzata dagli studiosi universitari greci è emerso come le persone che seguono in maniera costante le linee guida di una dieta mediterranea hanno il 31% di probabilità in meno di sviluppare una sindrome metabolica.

La dieta mediterranea è anche un ottimo rimedio contro l’invecchiamento, infatti nelle nazioni in cui viene seguita abitualmente l’età media raggiunta dalle persone è decisamente più alta, toccando gli 84,3 anni per le donne e i 79,1 anni per gli uomini, con un incremento notevole nella speranza di vita rispetto a soli 10 anni fa, ovvero un aumento di 2,1 anni per quanto concerne la popolazione femminile e di 1,5 anni per quanto riguarda quella maschile.

Altri benefici sono quindi portati dalla dieta mediterranea, visto che secondo alcune indagini recentemente condotte gli effetti sono positivi anche nella rilevazione di altre malattie. Seguire questo stile di alimentazione riduce infatti del 13% l’incidenza del morbo di Parkinson e dell’Alzheimer, del 9% per quanto riguarda i problemi cardiovascolari e del 6% circa il cancro.

Insomma, sembra che il modo migliore per stare in forma e avere un’alimentazione non solo equilibrata e con benefici sulla linea, sia seguire la tipica dieta mediterranea.

Fonte: Journal of American College of Cardiology