La dieta mediterranea è ritenuta uno dei regimi alimentari più sani e completi esistenti; viene chiamata in questo modo poiché è a base dei prodotti reperibili presso le zone mediterranee, ossia vicine al mar Mediterraneo.

L’UNESCO ha addirittura eletto la dieta mediterranea come grande patrimonio culturale. Questo regime alimentare, si basa sul consumo di: legumi, vino rosso, cereali, ortaggi, pesce, frutta, sale marino e olio extravergine di oliva; meno frequente è invece il consumo di latte e suoi derivati, carne e uova. Dovrebbero invece essere completamente esulati da questa dieta le carni grasse, i grassi saturi e gli alimenti esageratamente dolcificati.

Tale dieta viene ritenuta sana poiché contiene tutti gli elementi utili al corretto funzionamento dell’organismo: antiossidanti, fibre, vitamine, lecitina, sali minerali e acidi grassi come l’omega 3, 6 e 9. L’unica pecca è che a oggi, ciò che viene comunemente chiamata dieta mediterranea, in realtà non lo è poiché non rispetta gli alimenti che andrebbero contenuti in questo regime alimentare e ne introduce altri, in quantità che non fanno bene alla salute.

Ne è un esempio l’assunzione eccessiva di carboidrati dati da pasta e pane; mentre alimenti sani come cereali, frutta e ortaggi sono meno frequenti. Il pesce invece costa sempre di più e non tutti possono permetterselo, diventando così un bene di lusso, mentre la carne grassa viene consumata in quantità eccessive. Se ne deduce quindi che la dieta mediterranea, quella vera, non fa ingrassare, ciò che invece fa aumentare di peso è l’interpretazione moderna di questa dieta, interpretazione che introduce alimenti non adatti e ne fa anche un uso improprio ed esagerato.

La dieta mediterranea nacque per soddisfare le esigenze degli abitanti delle coste; l’alimentazione era basata sui prodotti reperibili dalla pesca, dalla coltivazione e in minor parte dall’allevamento di bestiame. Sta di fatto però che non tutte le regioni costiere erano solite affidarsi a questo regime. Oggi però l’agricoltura non è più quella di un tempo, la terra e i prodotti spesso vengono trattati chimicamente, discorso che vale anche per le carni, quindi, non si hanno prodotti di qualità eccellente e spesso ciò che finisce sulle nostre tavole arriva dall’estero.