Una dieta contro lo stress può rivelarsi molto utile per allentare la tensione di fronte ai grandi eventi della vita e alle piccole preoccupazioni quotidiane.

Lo stress, pertanto, si combatte già a tavola: tuttavia, la giusta dieta deve essere accompagnata da uno stile di vita sano. Lo stress, infatti, deve dissolversi di fronte a un più o meno perfetto equilibrio tra corpo e mente. La mente ne uscirà ristorata solo se il corpo sarà trattato come un vero e proprio tempio, curato e protetto.

Siamo al principio dell’estate e la stanchezza si fa sentire. L’astenia dovuta all’affaticamento dell’anno e al caldo possono aumentare lo stress, specie di fronte alle ennesime prove da superare: gli sforzi sul lavoro, garantire ottimi risultati professionali, gli esami di maturità o quelli universitari, le vacanze ancora lontane, l’organizzazione di un grande evento – la laurea, un matrimonio – tutto può concorrere ad accrescere lo stress.

Per diminuirlo, bisogna seguire alcune semplici istruzioni. Prima ancora che a tavola, lo stress si combatte fuori della tavola. Bere molto, almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, aiuta a idratare il fisico, cosa che donerà un forte senso di benessere. Bisogna cercare di camminare, di muoversi, di sciogliere i muscoli: fare piccole attività a fine giornata aiuterà anche a scaricare la tensione. Ci si deve esporre al sole e all’aria aperta: due fattori che doneranno di sicuro positività.

Una volta a tavola, invece, meglio evitare cibi stressanti e preferirne alcuni in grado di sviluppare la serotonina, uno dei principali ormoni in grado di distendere l’organismo, di combattere lo stress e di donare buonumore.

A colazione andrebbero evitati caffè, tè, latte intero o comunque vaccino: le prime due bevande, contenendo caffeina e teina, tenderanno a eccitare e quindi ad aumentare la tensione. Allo stesso modo, bisogna evitare il cioccolato, uno stimolante naturale. Il latte vaccino andrebbe messo da parte perché contiene lattosio, zucchero semplice che, assieme al fruttosio, al miele e allo zucchero di canna, può accrescere lo stress.

Meglio bere bevande di riso. Assieme al riso, bisogna consumare carboidrati complessi – riso e cereali in generale, pasta, pane e patate. A pranzo e a cena, le verdure non devono mai mancare. Broccoli, cavoli, spinaci e patate dolci sono gli ortaggi più indicati per chi vuole annullare il nervosismo: ricchi di vitamine, aiutano a combattere l’affaticamento, il mal di testa e i cali di zuccheri. Ovviamente, non possono mancare la frutta secca, ricca di vitamine, e la frutta fresca, in particolare gli agrumi per la presenza di vitamina C.

Le carni bianche, come il tacchino, aiutano a produrre la serotonina; inoltre, bisogna mangiare il pesce per l’alto contenuto di omega-3 che può essere di grandissimo aiuto per proteggere il sistema immunitario.

Per potersi ulteriormente rilassare, è consigliabile bere tisane naturali, preparate in erboristeria. Bisogna evitare le bevande alcoliche e consumare pasti brevi e leggeri, senza appesantirsi troppo.

Fonte: Melarossa.