Per chi si allena quotidianamente e pratica sport con costanza è necessario associare all’attività fisica una dieta sana ed equilibrata.

In particolare, prima di compiere qualsiasi tipo di attività sportiva intensa, che sia essa una gara importante o un allenamento speciale, è necessario aver alimentato il proprio corpo con del cibo sano, il carburante ideale per chi pratica sport.

Galleria di immagini: fitness parco

Secondo gli specialisti, il cibo potrebbe rappresentare un tipo di “doping” senza effetti collaterali e completamente legale.

Mentre per chi pratica un semplice allenamento può essere sufficiente attenersi alla regolare dieta, chi pratica sport a livello agonistico deve consumare delle porzioni di cibo extra, per dare al corpo la forza necessaria per sostenere lo sforzo fisico.

Se si prende ad esempio la corsa, gli sportivi che si cimentano nelle specialità olimpiche hanno bisogno della massima energia. Per uno sprint a metà gara si può consumare dell’uvetta, accompagnata da un cocktail di miele d’acacia e spremuta di limone.

Per gli sportivi, non basta assumere carboidrati prima di ogni gara: il corpo, dopo un certo sforzo sostenuto, comincia a consumare grassi, quindi una volta tanto è concesso assumerli, sempre senza esagerare. Inoltre, bisogna assumere proteine, mangiando cibi come pesce, pasta, parmigiano e uova.

I corridori di fondo, poi, sono soggetti a rischio per l’invecchiamento dell’organismo a causa dei radicali liberi. Per questo motivo, è necessario risolvere il problema assumendo vitamine A ed E che fungono da antiossidanti, contenuti in frutta, verdura ed erbe aromatiche.

Nella dieta di uno sportivo non può mancare l’assunzione di potassio. Oltre a trovarlo in barrette energetiche, è possibile trovare questa sostanza nel limone e nell’acido citrico, oltre che nella frutta come la banana.

Per quanto riguarda il caffè, bisogna prestare attenzione alla bevanda più amata dagli italiani: se è vero che la caffeina permette di sentirsi in forma, questa sensazione a livello psicologico non è supportata da un vero e proprio miglioramento di tono dei muscoli. Questo significa che si avrà solo la sensazione di sentirsi più allenati e pronti per la gara, ma oltre alla resistenza allo stress non ci saranno benefici fisici.

Esiste anche una dieta per il dopo-attività. Subito dopo aver sostenuto uno sforzo fisico di grande intensità, è necessario assumere acqua, o meglio dissetarsi, a piccoli sorsi. Per consumare gli alimenti bisogna aspettare dalle 2 alle 3 ore al massimo e gli esperti raccomandano proteine a basso carico renale, come uova, carni bianche e pesce.