Una dieta equilibrata e sana aiuta a ridurre il rischio di tumori. Ma cosa significa esattamente una dieta sana ed equilibrata, cosa si deve mangiare per star bene in assenza di fattori cancerogeni esterni e una predisposizione genetica? Recentemente l’A Cancer Journal for Clinicians ha pubblicato alcune linee guida per l’alimentazione anticancro fornite dall’American Cancer Society. Alcune di queste linee guida sono di massima, come il consumo di verdure, frutta, cereali integrali, mentre si dovrebbero ridurre i consumi di carne rossa e alcolici. Ma non finisce qui.

Mantenere una dieta sana sembra qualcosa di molto difficile: le tentazioni quotidiane di cibo spazzatura e di cibi nocivi che potrebbero favorire l’insorgenza dei tumori è forte. La vita sociale non permette di evitare situazioni che inducano in tentazione. In fondo come diceva George Bernard Shaw, le cose buone della vita fanno ingrassare, o peggio. Tanto che anche l’aumento di peso va controllato, magari riducendo l’apporto calorico giornaliero di 50 o 100 chilocalorie. Si parta da un presupposto: il corpo umano tende a mantenere lo status quo, se siamo noi in primis a mantenerlo, per cui anche il peso deve essere adeguato e adeguatamente tenuto sotto controllo. Questo anche grazie a 150 minuti settimanali di attività fisica moderata.

Una dieta che riesca a prevenire i tumori comporta quindi il controllo delle quantità, in particolare l’aumento di quelle di frutta e verdura, mentre gli alcolici vanno limitati a due birre da tavola al giorno oppure due bicchieri di vino. Tuttavia, gli scienziati ritengono anche che per le donne ci siano i dovuti distinguo: è stato anche scoperto recentemente che il consumo di un po’ di bevande alcoliche ogni giorno favorisce anche l’insorgenza dei tumori al seno, molto più che un eccesso una volta all’anno. In altre parole, è peggio un bicchiere di vino ogni giorno a pranzo o a cena di un’ubriacatura a Capodanno.

Nello specifico dei differenti tumori, quello al colon va arginato riducendo nella propria alimentazione le carni rosse, preferendo appunto i cereali integrali e mantenendo delle quantità consigliate di calcio e tanta vitamina D, mentre per il tumore allo stomaco si devono evitare i cibi salati. Infine, per il cancro all’esofago vanno evitati fumo e alcol, ma anche cibi bollenti.