I vegani seguono uno stile di vita o una dieta che esclude l’uso di prodotti di origine animale per nutrirsi. Le ragioni sono note: si tratta di persone attente al fatto che non ci siano crudeltà verso gli animali, di alcun tipo. Un regime alimentare di tipo vegano può però essere scelto anche da chi vuole fare una dieta dimagrante ricca di frutta e ortaggi di ogni genere.

La dieta vegana è una variante particolare della dieta vegetariana, nella quale si consumano solo prodotti di origine vegetale. In questo tipo di dieta invece non ci si deve nutrire di nessun derivato animale, dunque oltre a carne, pesce e insaccati, niente mozzarella sulla pizza, nemmeno una spolverata di formaggio, pasta col ragù, latte, miele al posto dello zucchero, uova, latticini quali yogurt o burro e altri alimenti di origine animale.

Galleria di immagini: Frutta e verdura per Febbraio

Quali sono dunque le alternative? Alcuni elementi onnipresenti della dieta vegana sono la soia, il tofu (un’importante fonte di calcio), il seitan, ovvero glutine di grano duro, ricchissimo di proteine, alghe (che contengono vitamina B12) e avena. La cucina vegana predilige inoltre i cibi crudi o al limite scottati.

Per esempio, una giornata tipo di un vegano o di chi vuole seguire uno stile alimentare simile per dimagrire comincia con una colazione a base di latte di soia (il latte animale è severamente proibito), con cereali, muesli o merendine vegane. Il pranzo prosegue con, per esempio, un risotto con zucchine, una porzione di fagiolini pomodoro e cipolla condita con poco olio di semi di lino, pane di segale o kamut e frutta di stagione. La cena si conclude con zuppa di cipolla con crostini di pane, porri gratinati e fagioli neri.

Quali sono le linee guida da tenere a mente per una dieta vegana? In generale, nel menù della colazione dovrebbe essere sempre presente la frutta, mentre come bevande si escludono caffè e tè nero e si inseriscono invece tutte le tisane. Inoltre, si possono consumare pane ai cereali con composto di frutta, salse vegetariane con pomodori, cetrioli, radicchio, rafano, mousse di avocado o erbe da spalmare sul pane.

Per il pranzo, si debbono mangiare verdure e piatti a base di vegetali: sono consigliate patate, zuppe di cereali o verdura. A mezzogiorno solitamente si consumano cibi crudi, come insalate condite con olio pressato a freddo, limone, spezie ed erbe. Va consumato poi un pinzimonio di verdura cruda con olio e spezie. Infine, bisogna fare attenzione al corretto equilibrio tra verdure a radice e verdure a foglia.

Per quanto riguarda invece la cena, piatti di cereali e verdura, non cruda, sono previsti anche nel pasto serale. In alternativa consumate zuppe calde o fette di pane con salse di origine vegetale, che si possono trovare nei negozi di alimenti biologici.

Com’è possibile notare, è questa una dieta povera ma gustosa, tale da avere tra i suoi seguaci numerosi personaggi del mondo dello spettacolo come ad esempio Natalie Portman, Paul McCartney, Moby e Bryan Adams.