Dieta vegetariana è sinonimo di buona alimentazione. Quali che siano le convinzioni legate al vegetarianesimo, e – va da sé – i pro e i contro, si tratta di un fatto imprescindibile. Ma ora arriva anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità il dato allarmante relativo alle malattie croniche e una delle misure per prevenirle, arginarle e vivere bene, il vegetarianesimo appunto.

Per L’OMS, il 63% delle morti avvenute nel 2008 è riportabile a malattie croniche, come il diabete di tipo 2, il cancro, le malattie cardiache e l’obesità. Una dieta equilibrata contribuisce a mantenere una vita sana, aliena da malattie croniche che non abbiano anche una base cromosomica, e non c’è niente di meglio della dieta vegetariana.

Questo perché la dieta vegetariana, o comunque una dieta che sia ricca di frutta, verdura e spezie mette al salvo dalle malattie croniche, secondo quanto riferito in un articolo comparso recentemente a firma Toni Harver sulla rivista scientifica Food Technology. La ragione sarebbe nelle cellule degli alimenti di natura vegetale, come gli antiossidanti che ostacolano i radicali liberi.

Naturalmente si parla di prevenzione e non di cura, tuttavia l’Università di Cambridge ha stilato anche una lista degli alimenti che preverrebbero le malattie croniche, ossia carciofi, pepe nero, cannella, aglio, lenticchie, olive, zucca, rosmarino, timo e crescione.