Seguire una dieta vegetariana potrebbe rappresentare il modo ideale di alimentarsi per proteggere la propria salute. Nello specifico, abbassa il rischio di morte prematura e può significativamente ridurre il pericolo di subire un attacco cardiaco o di ammalarsi di patologie legate al cuore.

È quanto viene reso noto attraverso un recente studio condotto presso l’Università di Oxford e pubblicato sul Journal of Clinical Nutrition, con l’autrice Francesca Crowe che ha spiegato come il rischio di morte o di ospedalizzazione per una patologia al cuore sia più basso del trentadue percento tra i vegetariani rispetto a coloro che seguono una dieta alimentare con carne e pesce.

«La maggior parte dei benefici della dieta vegetariana sulla salute è causata dagli effetti sul colesterolo e sulla pressione sanguigna. Ciò dimostra che la dieta vegetariana contribuisce in maniera determinante alla riduzione di fattori di rischio importanti per la salute del cuore e possiede un ruolo fondamentale nella prevenzione delle malattie cardiache».

=> LEGGI tutto sulla dieta vegetariana

Per la ricerca in questione sono stati coinvolti oltre 45 mila volontani che hanno partecipato allo European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition, studio appunto condotto presso Oxford. Si tratta della più grande indagine mai effettuata nel Regno Unito per quanto riguarda gli effetti che una dieta vegetariana può avere sul cuore di una persona.

In base a quanto ottenuto dai risultati, viene spiegato come coloro che seguono uno stile di vita alimentare privo di carne e pesce possano avere una maggiore longevità e un cuore più sano. Come sempre, è però necessario non sottovalutare l’importanza delle proteine in una dieta sana ed equilibrata, dunque chi segue un’alimentazione del genere deve sostituire la carne e il pesce con quegli alimenti in grado di fornire uno stesso apporto nutritivo.

=> LEGGI la dieta per i vegetariani: le alternative all’uso della carne