Che sia maschio o femmina non importa, conta che sia sano. Potrebbe diventare il motto della casa reale inglese, in cui la linea di discendenza potrebbe orientarsi verso il figlio primogenito indipendentemente dal sesso del nascituro.

Mentre ancora non si sa chi tra il Principe Carlo e il Principe William sarà effettivamente il successore di Elisabetta II, si discutono problemi di discendenza legati al gender gap: in altre parole, finora le donne potevano salire al trono inglese solo in assenza di uomini nell’asse ereditario, ma questo ora potrebbe cambiare.

Galleria di immagini: Kate Middelton primi piani

Così, se il principe William e Kate Middleton avranno una bambina, questa potrà diventare regina. Si tratta solo di una volontà per ora, quella del primo ministro David Cameron, che vuole modificare questa vecchia e severa legge albionica, che appare effettivamente anacronistica di questi tempi, in cui esiste la parità di sessi.

Si sta pensando anche a proporre l’abolizione della norma per cui un erede al trono che sposa un cattolico non debba rinunciare alla carica, e della norma che prevede di chiedere al regnante il permesso di sposarsi per i primi sei eredi nella linea di successione.

Il premier inglese ha confessato in un’intervista a People:

«Abbiamo sposato l’uguaglianza di genere in tutti gli altri aspetti della vita, ed è un’anomalia che nelle norme relative alle più alte cariche dello stato che continuiamo a sancire la superiorità maschile.»

Fonte: Hollybaby.