Il magico mondo di Disneyland Paris – fatto di personaggi, costumi, colori e tanta magia – si arricchisce di un nuovo spettacolo musicale: La Foresta Incantata, in esclusiva mondiale fino all’8 maggio presso il teatro Chapparal nell’area di Frontierland.

Lo spettacolo de La Foresta Incantata, visto in anteprima per i lettori di DireDonna, è un piacere per gli occhi grazie ai costumi realizzati con una minuzia sartoriale degna dell’Haute Couture, per le orecchie grazie alla scelta della canzoni dei Classici Disney arrangiate per essere portate sul palco, e ovviamente per il bambino che è in noi grazie ai personaggi Disney che si alternano sul palco.

Galleria di immagini: La Foresta Incantata, le foto del musical in scena a Disneyland Paris

La foresta incantata: la trama

Lo spettacolo è una celebrazione della natura e della primavera. La rinascita del bosco è annunciata da allegri e colorati spiriti della foresta, i quali, di volta in volta chiamano in scena alcuni tra i personaggi più amati del mondo Disney. Pocahontas, Baloo de Il Libro della Giungla, Tarzan, Rapunzel e Merida si alternano sul palco insieme a coloratissimi cantanti, ballerini e acrobati che spostano le scenografie trasformando continuamente la scena. Altre grande protagonista è la musica: ciascuno dei personaggi canta il suo tributo alla bellezza e alla forza incontrastabile della natura.

Colori, balli, e canti sono quelli delle animazioni Disney e la musica è arrangiata in perfetto stile Broadway: ciascuno di questi elementi interpreta e rispecchia l’identità del continente nel quale vive il personaggio Disney il quale paga, a sua volta, il tributo alla terra e al legame che lo lega ad essa. Ritmo, colori, musica e soprattutto i personaggi Disney sono la quintessenza de La Foresta Incantata, inno alla primavera e alla scoperta della natura.

La foresta incantata: curiosità e tema musicale

La Foresta Incantata sarà sul palcoscenico di Disneyland Paris per 5 volte al giorno, 7 giorni su 7, e vedrà alternarsi sul palco 19 artisti che ballano, cantano e fanno acrobazie. Le persone coinvolte in totale nello show sono 36 e gli attori hanno imparato a truccarsi da soli per poter sostenere il ritmo degli spettacoli. Inoltre, ciascuno degli attori/cantanti prima di salire sul palco è attentamente osservato: costumi e make up devono essere perfetti durante ogni rappresentazione.

Lo show – come ci hanno raccontato Claire Salmon e Aurélien Berda, rispettivamente Production Manager e Junior Show Director dello spettacolo – è nato poco più di un anno fa dall’idea di sfruttare al meglio il teatro Chapparal che è immerso in una vera e propria foresta con 63 pini, ed è costruito in legno. La sfida per produttori, sceneggiatori, musicisti e costumisti è stata quella di aver costruito un intero show in poco tempo a disposizione mantenendo intatto lo spirito Disney.

Se anche voi vi state chiedendo in base a quale criterio sono stati scelti i personaggi Disney che salgono sul palco, ecco la risposta della Production Manager, Claire Salmon: «I personaggi sono stati selezionati grazie a uno studio sulle preferenze dei visitatori del parco. Ad esempio, in molti sentivano la mancanza della presenza di Pocahontas a Disneyland Paris e noi li abbiamo accontentati portandola in scena».

Qualche altro numero sullo show? Gli attori sono internazionali e sono stati selezionati facendo 6 cast differenti. Le prove sono durante un mese all’interno di uno studio e gli 8 cantanti attori hanno effettuato una lunga preparazione con il Vocal Coach Guillaume Coignard che ha anche raccontato come lo scopo dello spettacolo sia quello “di rendere felici e coinvolgere i bambini“.

Il tema musicale negli spettacoli Disney è fondamentale: per la realizzazione della colonna sonora, è stato chiamato il Grammy Award Gordon Goodwin – che ha scritto la canzone originale dello spettacolo e arrangiato in chiave Jazz quelle dei film Disney- e le registrazioni sono avvenute negli storici Capitol Studios di Los Angeles (gli stessi utilizzati da Frank Sinatra, Nat King Cole e Ray Charles).

È stato Vasile Sirli, Direttore della Musica di Disneyland Paris da 25 anni, a rivelare quanto la musica sia importante nel mondo Disney: «La colonna sonora deve sempre rispecchiare l’identità del continenete ed è costruita affinché lo spettatore riconosca la canzone del film. È come un’opera: un momento è drammatica, il momento dopo è allegra e subito dopo romantica. Il segreto per il successo dello spettacolo sta nel trovare il giusto bilanciamento».

La foresta incantata: i costumi

Quando si parla di personaggi Disney i costumi rappresentano l’elemento iconico che resta impresso nella mente. Anche per La Foresta Incantata la fantasia dei costumisti Disney è stata sfrenata e si è tradotta in un turbinio di abiti e cappelli con colori e fogge che ricalcano forme della natura, animali e vegetali.

Quarantacinque le persone della sartoria a lavoro sui costumi, di cui 4 esclusivamente sui cappelli, che per 3 mesi hanno tradotto i bozzetti della costumista. Un lavoro di alta sartoria, che richiama le tradizioni dell’Haute Couture parigina, con creazioni tutte ispirate alla natura. Affinché le stoffe si avvicinassero il più possibile ai colori della natura, sono state stampate e colorate singolarmente per ottenere delle gradazioni e degli accostamenti di colori che riproducessero quello di alberi, acqua, terra, fuoco e così via. Ogni abito è stato cucito per i singoli attori, ogni stoffa è stata scelta per adattarsi perfettamente ai movimenti di acrobati e ballerini per consentire loro agilità e confort.

Nessun dettaglio sfugge alla produzione Disney e i 20 minuti de La Foresta Incantata sono costruiti per intrattenere, affascinare e trasportare lo spettatore in un luogo incantato.

Scoprite tutte le offerte e prenotate un magico soggiorno sul sito Disney.