Facebook, il social network famoso in tutto il mondo e usato da milioni di persone ogni giorno, è un reale specchio della nostra personalità: mostra chi siamo, cosa pensiamo, ma anche chi vogliamo far credere di essere e come vorremmo apparire agli occhi altrui.

La cosa più importante del social network è la fotografia che scegliamo di usare sul nostro profilo, e che ci rappresenterà virtualmente davanti all’intera comunità. Ebbene, le diverse pose o ambientazioni che caratterizzano la nostra foto parlano di noi, rivelano come veramente siamo. Vi sono molti tipi di immagini:

Il ritratto: Chi sceglie il ritratto come fotografia rappresentativa, che ritrae il soggetto dalla vita in su, rivela una persona adulta, bilanciata, che confida in sé stessa e nella sua bellezza. Generalmente le foto, se fatte per materiale promozionale o fatte da un fotografo professionista dimostrano quanto una persona sia narcisista e le piaccia mostrarsi in pubblico. Tuttavia, se la foto è un auto-ritratto significa che si vorrebbe imitare questi canoni, ma si risulta invece abbastanza noiosi. Mentre le foto in costume da bagno rivelano che si è belli ma insicuri.

La foto da lontano: è una foto che riprende totalmente il soggetto, il quale però è talmente sommerso in un ambiente che la faccia è quasi irriconoscibile. Coloro che utilizzano questo tipo di scatto mostrano di essere molto riservati, nascondendo il loro aspetto. Persone di questo genere sono timide e non si aprono al mondo esterno finché non le si conosce per bene.

Primi piani: in questa immagine si vede solamente la faccia del soggetto, ma talvolta è presa così da vicino che solo una parte del viso è riprodotta. Al contrario di quanto si pensi, non è un modo per mettersi in mostra, ma è un sistema per nascondersi. Riproducendo solo una parte del viso, come un occhio o una bocca, si vogliono mettere in risalto particolari e nasconderne altri. Tuttavia gli autori le definirebbero foto pseudo-artistiche.

Foto dell’infanzia: tipiche di persone convinte che il passato sia meglio del presente. Probabilmente non hanno ancora smesso di ascoltare la stessa musica, vedere gli stessi programmi e forse, manterranno sempre tale il loro pensiero. Inoltre, così facendo dichiarano che quando erano bambini erano molto più belli di come sono ora.

Foto con animali: Dipende dagli animali. Solitamente i gatti rappresentano donne senza un fidanzato, e i cani degli uomini senza fidanzata, o fidanzato. Serpenti? stiamo parlando di teenager o amanti della musica metal.

Foto dei figli: normalmente chi pubblica le foto dei pargoli è fiero di quello che ha “creato”, di essersi fatto una famiglia e aver dato alla luce un bambino. Il numero degli amici diminuisce e gli argomenti più trattati sono biberon, pannolini e ninne nanne. Ma ne vale la pena.

Foto del matrimonio: in questo modo si vuole dichiarare apertamente che non si è più un adolescente, ma che si ha messo la testa a posto creandosi una famiglia. E anche qui, come nella norma, il numero di amici diminuisce.

Foto di party: al contrario della foto del matrimonio, questa vuole dichiarare che la serietà è bandita. È il genere di persone che a un certo punto nella vita rimpiazzeranno le foto di party con quelle del matrimonio, e poi con quelle dei figli.

Foto artistiche: tentativi di realizzare scatti d’autore falliti. Si vuole dimostrare che si è artisti, scrittori, fotografi, attori, musicisti. Ma realmente nella vita si è tutt’altro.

Foto di personaggi: questa categoria può comprendere cartoni animati, fumetti, cantanti, attori. Solitamente le persone che utilizzano queste foto non hanno una personalità propria e definiscono loro stessi e il mondo che li circonda facendo riferimento a personaggi imposti dalla società. Una specie di maschera, voluta o meno, che si indossa.

E voi, vi ritrovate in queste categorie?