La geotermia è una tecnologia che sfrutta il calore contenuto nei primi strati del sottosuolo per un doppio beneficio: riscaldamento in inverno e raffreddamento d’estate.

Il calore geotermico è una fonte rinnovabile ancora poco sfruttata, ma è in crescita anche rispetto all’eolico e al fotovoltaico e sembra prendere definitivamente piede anche in Italia. Alla base della geotermia l’utilizzo del calore contenuto nel sottosuolo per alimentare i sistemi di riscaldamento degli edifici o la produzione di energia elettrica.

Una tecnologia già applicata in strutture di livello internazionale come la sede del nuovo Parlamento Europeo. In Italia, la Regione Lombardia ha incentivato 150 progetti per altrettanti impianti di riscaldamento geotermico degli edifici e per i lavori portati a termine entro il 31 dicembre del 2013. E non dimentichiamo che proprio nel nostro Paese, nel 1904 a Larderello (Toscana), si gettarono le basi per la costruzione del primo impianto geotermico al mondo, sperimentato dal principe Piero Ginori Conti.

Non possiamo in questa sede entrare nei dettagli tecnici e tecnologici che sfruttano il calore del sottosuolo per riscaldare le nostre case d’inverno e raffreddarle in estate. Ma entriamo nel dettaglio del sistema di incentivi e finanziamenti per la realizzazione di impianti ad alimentazione geotermica riassunto nei Titoli di Efficienza Energetica, anche noti come Certificati Bianchi.

Gli incentivi sono destinati a coloro che risultano connessi a reti di teleriscaldamento alimentate tramite la geotermia e possono, quindi, usufruire di un credito d’imposta. I Titoli di Efficienza Energetica, come per il solare termico, rappresentano l’energia risparmiata misurata in TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) e possono essere “monetizzati” cedendoli sul mercato organizzato dal GME (Gestore dei Mercati Energetici) o tramite accordi bilaterali tra soggetti obbligati (acquirenti) e volontari (venditori).

Vari istituti di credito si sono resi disponibili al finanziamento per gli impianti geotermici. Fra gli altri, Banca Etica, Monte dei Paschi di Siena e Intesa San Paolo. Ognuno di essi offre diverse soluzioni che gli interessati possono valutare in base alle proprie esigenze, in rapporto a valutazioni di convenienza per quanto riguarda mutui, rate e tassi di tipologie varie per le varie esigenze, appunto.

È forse il caso di prendere in considerazione questa eccezionale fonte rinnovabile di calore che è il calore geotermico, altamente ecologico, decisamente economico e quindi in grado di offrire tre vantaggi contemporaneamente: comfort abitativo, benessere ambientale, risparmio energetico.