Al di là del suo rinomato senso dello stile, a Kate Middleton si riconosce ormai da tempo una sorta di potere da Re Mida: quello che indossa diventa un must have per migliaia di persone, un effetto Kate Middleton di cui diversi brand – di moda, gioielleria o di beauty – hanno potuto beneficiare. Non ultima, la gioielleria Soru (che in siciliano significa sorelle) di Francesca Kelly e Marianna Doyle.

Da quando due anni fa la Duchessa di Cambridge ha indossato un paio di orecchini Soru, le vendite sono schizzate e continuano ad andare a gonfie vele: per la visita ufficiale in Canada aveva scelto un abito rosso di Preen, abbinato a un paio di orecchini pendenti barocchi da 130 sterline.

(Foto: Getty Images)

L’Effetto Kate è assolutamente reale. Dopo che la Duchessa ci ha onorato di indossare i nostri orecchini per ben due apparizioni pubbliche consecutive, quel modello è diventato un vero e proprio cult e non smettiamo di venderlo“, hanno raccontato le due al magazine “Hello!

Ricordando come sono cambiati i loro affari, hanno rivelato: “Questo ha avuto un impatto enorme sul nostro marchio: eravamo una piccola azienda sconosciuta cresciuta su Instagram e siamo state catapultate a un pubblico globale con un traffico verso il nostro sito da paesi di tutto il mondo“.

E adesso anche Rita Ora, Georgia-May Jagger, Jessie J, Millie Mackintosh, Rosie Fortescue, Rochelle Humes e Goldie Hawn sono diventate fan.

La collezione di gioielli del brand si è espansa in maniera massiccia, dai braccialetti alle collane, ai girocolli e alle catene. L’intera linea è ispirata alla Sicilia, la regione da cui entrambe sono oriunde.

Insomma, dalle décolleté color nude di L.K. Bennett agli abiti premaman sfoggiati durante le tre gravidanze, la moglie del Principe William ha il potere di far vendere qualsiasi oggetto indossi. Un potere che Meghan Markle, malgrado inizi a fare tendenza e già in molte copino le sue scelte, è ancora lontana dallo scalfire…