Un appuntamento imperdibile della Milano Fashion Week è “White”, rassegna diventata negli anni fiore all’occhiello di Tortona Fashion District. Un luogo dove la creatività regna sovrana, dando spazio soprattutto a giovani brand che hanno voglia di farsi conoscere.

Una realtà che negli anni è cresciuta, catalizzando l’attenzione non solo degli addetti ai lavori, ma anche del pubblico. Non è quindi un caso se gli espositori ormai siano più di 500 con ben 186 new entry. Racconta Francesca Cella, direttore generale e numero uno del team-stile di “White”:

Noi stiamo costantemente attenti alle tendenze che emergono dai social, dallo street style e anche dal mondo dell’arte. Cerchiamo designer e brand che possano adattarsi ai diversi tipo di pubblico e a volte abbiamo dei veri colpi di fulmine per alcuni di loro.

“White” può essere considerata la vetrina outsider della moda donna, talmente apprezzata da attendere, per questa edizione, più di 20mila visitatori. L’appuntamento è fissato per il 26, 27 e 28 settembre in tre location: Tortona 27 (Superstudio Più), Tortona 35 (Hotel Nhow), e Tortona 54 (Area ex Ansaldo). Scopriamoli nello specifico.

  • Tortona 27. Qui troviamo novità come White Select, ovvero un brand mix che mette insieme diversi stilisti, oltre che debutti come quello di Sapopa (specializzato in un abbigliamento active dal tocco glam) o Bonomea (per gli accessori e i gioielli). Spazio anche a showroom internazionali come Baltimora Studio di Milano e Six London Showroom di Londra, che rinnovano il loro portfolio di anno in anno. Da segnalare anche il Basement, l’area underground di Superstudio Più, che raccoglie il meglio della ricerca internazionale e Inside, quella dedicata ai giovani produttori della moda contemporary in fase di start-up. Ciliegina sulla torta la mostra di Flavio Lucchini intitolata “All you need is White”, in cui l’autore si muove tra arte e moda per sviluppare il tema del bianco, con dipinti, disegni, sculture e digital-painting.
  • Tortona 35. Qui troverete invece una selezione di marchi-simbolo di modernità e ricerca, tra cui Ultràchic, brand milanese di abbigliamento, già finalista del concorso Time Award 2015 per il quale si è aggiudicato il premio speciale Russian Buyers Union. Da non perdere White Beauty, la retrospettiva dedicata alla bigiotteria con brand che puntano sulla qualità e la ricerca di materiali. Anche qui non manca l’arte, con le opere in mostra di Manuela Masciadri, una delle fotografe più eclettiche nel panorama fashion italiano.
  • Tortona 54. Questa ampia area (si parla di 4.500 metri quadrati) diventa per l’occasione il flagship della moda contemporary pop. In esposizione quindi brand giocosi ed accattivanticome Irregular Choice con le sue scarpe cartoon ironicamente british. Attenzione poi catalizzata su Braintropy, che non è solo borse, bensì parte integrante di Jamila, il progetto charity a favore della Fondazione Pangea Onlus dedicato alle donne di Kabul, in Afghanistan. Il brand sarà anche protagonista della mostra La Moda Cambia allestita alla MyOwnGallery di via Tortona 27/a. L’ex Ansaldo ospita anche uno spazio tutto dedicato alle fragranze artistiche e ai prodotti cosmetici e uno ai marchi che si occupano di eyewear, nelle sue forme più sperimentali.