Quante volte ballare un lento ha fatto scattare la scintilla tra due adolescenti o tra una coppia di adulti? Recenti studi hanno dimostrato che la musica e i gusti musicali possono influenzare l’andamento di una relazione.

Secondo una branca della psicologia, che studia la connessione tra musica e identità del soggetto, la musicalità di una persona e i brani che ascolta potrebbero essere fonte di rottura in una coppia.

Già durante l’adolescenza, la musica aiuta i giovani a capire cosa vogliono dalla vita, diventando un vero e proprio simbolo della loro identità. La musica diventa quindi un modo per giudicare gli altri e un valido strumento per esprimere le proprie idee. ad esempio, i giovani che vogliono apparire “ribelli” ascoltando musica fatta da cantanti “ribelli”, e così via.

Gli studi riportano che lo stile rock rappresenta nel soggetto una consapevolezza del sociale, con un pizzico di ribellione, mentre la musica pop rappresenta il conformarsi allo standard. Le persone a cui piacciono il jazz, il blues, la musica classica e quella folk, sono soggetti dalla mentalità aperta a nuove esperienze.

Galleria di immagini: musica e coppia

In coppia, ascoltare musica country potrebbe danneggiare gravemente il rapporto: se una donna o un uomo ascoltano questo genere di musica, l’attrazione provocata nei confronti del compagno di sesso opposto si riduce.

Gli effetti degli altri stili musicali come la musica classica e l’heavy metal dipendono dal soggetto che l’ascolta, soprattutto dal sesso: si hanno infatti reazioni diverse se è un uomo oppure una donna ad ascoltare questa musica.