Un’arzilla novantaduenne scrive alla redazione di Mediaset e le si spalancano le porte di “Velone“, il programma estivo alla ricerca di attempate vallette per “Striscia la notizia”, che quest’anno sarà condotto da Enzo Iacchetti. Si tratta di Anna Salamone, una vecchietta un po’ troppo sopra le righe per passare inosservata.

L’anziana signora è comparsa più volte in alcuni programmi televisivi, di diverso genere, da “Studio aperto” a “I fatti vostri”. Nel giornaliero di informazione di Italia 1 ci finì, per esempio, grazie un calendario che aveva realizzato.

La signora Anna muove bene i suoi passi nel mondo dello spettacolo, ha un manager – addetto stampa che la segue in tutto e che, di tanto in tanto, le procura queste comparsate televisive.

Quella degli anziani in televisione sembra ormai una tendenza consolidata, basti pensare agli ultrasessantenni di Maria De Filippi o alla cubista Angela di “Italia’s got talent“. Ma non solo. Nelle scorse settimane, dall’ospizio, Raffaele Pisu ha voluto stigmatizzare come la televisione sia piena di suoi coetanei, da Daniele Piombi a Lino Banfi. Ma in una televisione affollata di giovani che vogliono apparire reclamando il loro quarto d’ora wharoliano di notorietà, è giusto che anche gli anziani abbiano una possibilità.

Nello stralcio della lettera con cui Mediaset ha accolto la richiesta di partecipazione di Anna Salamone alle selezioni regionali, la simpatica vecchietta ha scritto, con uno spirito da fare invidia a una ventenne:

Il prossimo compleanno lo festeggerò sul deltaplano facendo spegnere le candeline al vento, poi tutti a pranzo e rientro a casa per fare una nuova esperienza: in serata ho deciso di cominciare a chattare, per cercare nuove amiche. Mi piace ballare, sono sana come un pesce, mangio di tutto, non prendo alcuna pillola, faccio la badante a me stessa: cucino, stiro, lavo, rassetto. Mi piacerebbe, se fosse possibile, fare la pubblicità della candeggina.