La pizza rappresenta uno dei piatti italiani più conosciuti all’estero, è una specialità napoletana, o più in generale campana, questo è un fatto assodato. Per questa ragione, mangiarla in loco rappresenta uno dei modi migliori per gustarla.

I campani, infatti, sono i veri specialisti della pizza in Italia; per questa ragione, la loro è molto diversa da quella che possiamo assaggiare altrove. Sarà la pasta consistente e spessa, sarà la mozzarella di bufala, che campeggia sulla pizza quasi sempre, sarà l’amore della filosofia campana del “prendere tutto con la massima calma” e fare le cose con “ammore”.

Galleria di immagini: Pizza

Se siete in Campania, vi basta lanciare una monetina e gustare una pizza fatta con tutti i crismi. Una delle particolarità più interessanti è la pizza a quattro gusti, che viene divisa in quattro da una croce fatta con la pasta stessa della pizza.

Non bisognerebbe generalizzare, ma le pizze migliori si trovano nelle pizzerie alla buona. Nei vicoletti di Napoli ce ne sono un’infinità: meglio quelle che non hanno un aspetto blasonato, perché costano poco e rappresentano il gusto delle vere pizze napoletane.

Come quella della pizzeria “Da Gino“, appena fuori dal museo di Capodimonte. Arredamento spartano, ambiente decisamente informale, ma pizza e frittini hanno tutto il gusto del sole: la pizza a Napoli viene servita con un altro piatto immancabile, la frittura mista, che comprende tra le altre cose le frittelle di alghe, che poi sarebbero alghe fritte in una pastella d’acqua e farina.

Se non cercate l’ambiente chic ma pittoresco, potete provare anche “Al piazza” ad Aversa, in provincia di Caserta. Le sale sono un accozzaglia di stili differenti, ma la pizza è una delle migliori nel circondario.

Se siete in Campania e volete accompagnare la pizza con del buon vino, anziché con la solita birra, sappiate che in quella regione sono specializzati in bianchi. Tra i più tipici, da segnalare il Falanghina e l’Asprinio di Aversa, ottimi sulla pizza bianca, perché se chiedete una quattro formaggi in Campania e la volete al pomodoro, come minimo vi vedranno come marziani.