Per tutti “Buffy – L’ammazzavampiri” è Sarah Michelle Gellar, l’attrice che per sette stagioni l’ha interpretata con successo nell’omonima serie TV. Prima di lei però c’era già stata un’altra cacciatrice, portata sul grande schermo (senza grosso successo, a dire la verità) da Kristy Swanson nel film “Buffy l’ammazza vampiri” del 1992.

Artefice di quel primo mitico, seppure non del tutto riuscito, tentativo è stato Joss Whedon, sceneggiatore della pellicola. Nonostante la tiepida accoglienza di pubblico e critica, alcuni anni dopo la Warner Bros. decise di riprendere il personaggio e farlo sviluppare dallo stesso Whedon per una serie televisiva, diventata poi rapidamente un successo e un cult mondiale.

Come anticipato, protagonista del primo film di Buffy era Kristy Swanson, affascinante bionda la cui carriera non è però mai decollata. Dopo le impressioni negative, espresse da Whedon riguardo al progetto di un remake cinematografico di cui si è iniziato a parlare in questi giorni e che sarà affidato alla sceneggiatrice esordiente Whit Anderson, anche la Swanson ha ora detto la sua:

Lasciate vivere Buffy. Perché no? Se mi chiedessero di farne parte, penso che sarebbe fantastico e sarebbe davvero esplosivo.

Kristy Swanson, oggi splendida 41enne, aveva solo 22 anni quando ha interpretato la parte di Buffy; quando poi il suo personaggio è stato portato sul piccolo schermo da Sarah Michelle Gellar 7 anni dopo, la sua impressione è stata positiva e pensa che anche il nuovo remake possa esserlo:

Ci sono dei fan accaniti di Joss Whedon che lo amano giustamente fino alla morte. È un uomo brillante, senza dubbio. Ma io adoro tutto di Buffy e non mi importa chi lo realizzerà.

Parere dunque positivo per quanto riguarda la prima Buffy; Luke Perry, che era il co-protagonista della pellicola del 1992, ha invece affermato di non aver commenti da fare al riguardo del vociferato remake.